RTV Capodistria. L’Ordine al Merito ai programmi CNI

Il Capo dello Stato sloveno Borut Pahor ha consegnato l’alto riconoscimento nel corso di una cerimonia nel Palazzo presidenziale

Robert Apollonio e Stefano Lusa con il Presidente Borut Pahor

Su proposta della CAN costiera, il Presidente della Repubblica, Borut Pahor, ha conferito ieri l’Ordine al Merito ai programmi italiani di Radio e TV Capodistria. Nella motivazione viene posto in risalto il ruolo ricoperto dalle due emittenti per l’informazione, la cultura e la lingua della Comunità Nazionale Italiana nei 70 rispettivamente 50 anni di attività. Citato anche l’impegno per la creazione di uno spazio informativo transfrontaliero, con la Redazione slovena del Centro Regionale RAI di Trieste, che a sua volta è stata premiata ed elogiata per l’arricchimento dei programmi radiotelevisivi a ridosso della fascia di confine. Il premio è stato ritirato nella Sala maggiore del Palazzo presidenziale dal caporedattore di TV Capodistria, Robert Apollonio e dal responsabile del programma informativo di Radio Capodistria, Stefano Lusa. Nelle scorse settimane, appresa la notizia dell’importante riconoscimento, Alberto Scheriani, presidente della CAN costiera, nonché presidente del Comitato dei programmi italiani RTV, aveva espresso la propria soddisfazione, interpretandolo come un appoggio alle due emittenti nell’impegno per consolidarsi dal punto di vista finanziario e degli organici, nonché un riconoscimento del lavoro svolto a favore della CNI in Slovenia e Croazia.
Nel corso della stessa cerimonia, il Presidente Pahor ha conferito l’Ordine al Merito anche all’Agenzia informativa STA, nel trentennale della sua fondazione, per l’importante ruolo ricoperto in questi anni nell’informazione sulla politica interna ed estera della Slovenia. È stato rilevato che, dai primi giorni di trasmissione con modesti mezzi, la STA si è trasformata in una moderna agenzia stampa, dotata di tutti i supporti tecnologici per fornire agli abbonati servizi scritti, foto e audio. Gli osservatori non hanno mancato di rilevare che il premio all’Agenzia arriva nel suo momento di crisi più pesante. A causa del contenzioso aperto con il governo che vuole vederci chiaro sulla gestione dell’azienda, opera da 170 giorni senza le sovvenzioni statali

Facebook Commenti