Rissa tra Armada e Torcida: un 18.enne polese in terapia intensiva

Foto: Slavko Midzor/PIXSELL

Si trova ricoverato in terapia intensiva il 18.enne tifoso che è stato selvaggiamente picchiato durante la rissa tra gli hooligan del Rijeka e dell’Hajduk. Il ragazzo, un polese tifoso della squadra dalmata, è stato trasportato all’Ospedale di Fiume privo di sensi e con gravi ferite alla testa. I medici non si sbilanciano e la prognosi è riservata.

Tra i tifosi del Rijeka e dell’Hajduk, infatti, non corre buon sangue. L’ultima dimostrazione è la rissa avvenuta nella notte tra domenica e lunedì in autostrada, all’altezza di Vrbovsko, nel Gorski Kotar. Gli appartenenti alla’Armada (lo zoccolo duro del tifo fiumano ) e della Torcida (gli ultras spalatini) se la sono data di santa ragione e a farne le spese è stato il giovane istriano, anche se ci sono stati altri feriti che però non hanno richiesto l’intervento dei medici. I tifosi fiumani rientravano dalla trasferta a Velika Gorica, vicino a Zagabria, mentre quelli dalmati da Koprivnica (entrambe le squadre che supportano sono state sconfitte). Non è da escludere, come già successo in passato, che lo scontro sia stato concordato tramite i social.

Facebook Commenti