L’Esercito alla ricerca della piattaforma scomparsa

L’Esercito croato è pronto a includersi nelle ricerche della piattaforma Ivana D, scomparsa dai radar in seguito al maltempo che ha flagellato l’Adriatico settentrionale sabato scorso. A confermarlo è stato ieri il comandante dello Stato maggiore delle Forze armate della Repubblica di Croazia (OSRH), l’ammiraglio Robert Hranj. Ha dichiarato che due unità della Guardia costiera sono pronte, all’occorrenza, a includersi nelle ricerche della piattaforma (priva di equipaggio) volatilizzatasi sabato scorso nell’Adriatico. L’alto ufficiale ha ricordato che un velivolo dell’Aeronautica militare era stato inviato al largo delle coste istriane subito dopo la notizia attinente all’avaria subita dall’unità per l’estrazione del metano dai giacimenti sottomarini croati. “Su richiesta della Centro per il coordinamento delle operazione di ricerca e soccorso di Fiume è stata allertata la Guardia costiera. Un aereo è decollato non appena le condizioni meteo lo hanno consentito, ma senza esito”, ha spiegato Hranj. “Le condizioni del tempo – ha puntualizzato – erano pessime. C’era una forte depressione, che in combinazione al ciclone proveniente dall’Italia ha dato origine a forti venti, temporali e onde enormi”. Il comandante della Capitaneria di porto di Pola, Dolores Brenko Škerjanc, ha reso noto che le ricerche della piattaforma riprenderanno non appena le condizioni meteo lo renderanno possibile.

Facebook Commenti