La musica piange Krunoslav Kićo Slabinac: aveva 76 anni

Una delle ultime apparizioni di Krunoslav Kićo Slabinac lo scorso luglio a Spalato. Foto Milan Sabic/PIXSELL

Addio a uno dei più famosi cantanti dell’ex Jugoslavia. Krunoslav Kićo Slabinac si è spento all’età di 76 anni. L’artista è spirato stamattina, 13 novembre, al Centro clinico ospedaliero Rebro di Zagabria, dove era stato ricoverato lo scorso agosto per problemi cardiovascolari. Nonostante gli siano stati introdotti tre stent, il cuore ha smesso di battere.
Nato nel 1944 a Osijek, Kićo Slabinac aveva una voce calda, avvolgente e prediligeva il rock’n’roll, ma non disdiceva ballate sentimentali e pezzi dedicati alla sua terra d’origine (la Slavonia) mescolando ritmi veloci a tonalità tratte dalla musica folk slavone. Scalò le classifiche con canzoni come “Plavuša”, “Pokloni mi jedan dan”, ma rimane indimenticabile soprattutto “Zbog jedne divne crne žene” (struggente ballata dedicata a una bellissima donna dalla fluente chioma mora). Verso la metà degli anni ’70  ha trascorso un periodo negli Stati Uniti. Al suo ritorno in Croazia, decise di concentrarsi sulla musica folk. Partecipò anche alla vita politica croata e come membro dell’HDZ entrò anche al Sabor (il Parlamento di Zagabria, ndr). Con Slabinac se ne va una parte della generazione d’oro della musica leggera croata, quella che muoveva i primi passi nell’ex RSFJ, portando all’epoca una ventata di novità nella vita del  Paese, lasciando una traccia indelebile anche nelle generazioni di oggi.

 

Facebook Commenti