Istria. Ballottaggio a Pola, volano Bassanese, Peršurić e Paliaga

Filip Zoričić ed Elena Puh Belci (Ddi) Al ballottaggio del 30 maggio

Jessica Acquavita, Bruno Cergnul e Diriana Delcaro Hrelja sono i vincitori in questa tornata elettorale per quel che riguarda il voto della Comunità Nazionale Italiana. Nei prossimi quattro anni la prima ricoprirà il ruolo di vicepresidente della Regione istriana eletto tra le file della CNI, gli altri due saranno i vicesindaci di Pola e rispettivamente Dignano. Nelle altre Città dell’Istria dove si votava il vicesindaco in quota CNI gli esiti erano conosciuti già in partenza in quanto per le cariche c’era un solo candidato.
Elena Puh Belci (Ddi) e l’indipendente Filip Zoričić si contenderanno la poltrona di sindaco di Pola al ballottaggio tra due settimane. La dietina conquista circa il 35% delle preferenze, mentre il candidato indipendente si piazza secondo, beffando la socialdemocratica Sanja Radolović.
Nella vicina Dignano l’indipendente Edi Pastrovicchio è vicino alla vittoria già nel primo turno contro il dietino Filip Macan. A Cittanova Anteo Milos (Ddi)) ha vinto anche prima delle elezioni poiché non ha avuto altri contendenti alla carica di primo cittadino.
Vili Bassanese (Partito socialdemocratico-Sdp) si riconferma sindaco di Umago, come pure Loris Peršurić (Ddi) a Parenzo e Marko Paliaga (Ddi) a Rovigno. A Pisino sempre più probabile il ballottaggio tra il sindaco uscente Renato Krulčić (Ddi) e Suzana Jašić della Piattaforma Možemo!. Conferma di Fabrizio Vižintin (Ddi) a Buie.

Facebook Commenti