Giostra dell’anello a Barbana. S’impone Petar Benčić

0
Giostra dell’anello a Barbana. S’impone Petar Benčić
Petar Benčić con lo scudo consegnatogli dal Presidente della Repubblica Zoran Milanović. Foto: Sasa Miljevic/PIXSELL

Il 41.enne Petar Benčić in sella a Zen ha fatto propria la 47.esima edizione rinnovata della Giostra dell’anello (la prima si è tenuta ancora nel lontano 1969), culminata domenica pomeriggio a Barbana con la gara di 15 cavalieri davanti a migliaia di persone e alle più alte cariche dello Stato, con il Presidente Zoran Milanović in prima fila.
Dopo i saluti introduttivi del presidente della Società “Giostra dell’anello” nonchè sindaco di Barbana (e presidente della Dieta Democratica Istriana), Dalibor Paus, che ha sottolineato l’importanza di quest’evento per il Comune, elogiando il mantenimento delle tradizioni, ha preso la parola il presidente della Regione istriana, Boris Miletić, il quale ha ringraziato tutti coloro che partecipano all’allestimento di questa manifestazione che incarna il sacrificio e la lotta della gente istriana che in primo luogo fa affidamento su sé stessa aggiungendo comunque che ogni aiuto è benvenuto. Il ministro del Turismo e dello Sport, Nikolina Brnjac ha rilevato l’importanza del patrimonio immateriale di cui la Giostra dell’anello è un esempio molto significativo. “Il turismo non è soltanto economia, ma anche valorizzazione della tradizione. L’Istria è anche quest’anno il campione del turismo in Croazia e ciò non sarebbe possibile senza l’apporto della gente che ci vive”, ha detto Nikolina Brnjac.
Il presidente del Sabor, Gordan Jandroković ha ringraziato gli organizzatori che hanno mantenuto l’identità di Barbana e dell’Istria. “Dobbiamo avere fiducia in noi stessi, stiamo vivendo dei momenti difficili a causa della guerra in Ucraina e all’aumento dei prezzi. Sono sicuro che lo Stato farà il possibile per superare questo momento difficile”.
“Ho assistito a questa manifestazione per la prima volta nel 2004, vi sono tornato più volte e mai ho visto tanto pubblico. Sono stato all’Alka di Sinj (Signo) e, come qui, si tratta di un evento fatto in casa dove chi vive riempie la platea. In tal modo a Barbana si mantiene la tradizione nell’Istria croata”, ha detto il Presidente della Repubblica Zoran Milanović, affrontando poi temi più globali. “Sarà un autunno complicato a causa della guerra in Ucraina. La questione sarà risolta soltanto con un accordo tra i grandi Stati e noi non lo siamo, bensì la Russia e gli Stati Uniti. Speriamo ce la facciano per poter pianificara la nostra vita futura in un Europa aperta della quale l’Istria è una perla”, ha aggiunto il Presidente prima di dichiarare aperta la gara.
Gara che è stata un trionfo per il 41.enne Petar Benčić che ha debuttato nel 2001 alla Giostra dell’anello, e che ha già assaporato la gioia del successo nel 2019. Oggi Petar Benčić ha sbaragliato la concorrenza formata da altri 15 cavalieri ottenendo ben 8 dei 9 punti possibili.
A conferma della sua prova il fatto che il secondo classificato Maksimilijan Rojnić si è fermato a 5,5 punti A Benčić dunque lo scudo del vincitore e un assegno da 30mila kune. E, ovviamente, la gloria con tanto di promessa: “Andrò avanti fino alla 50.esima edizione della Giostra dell’anello”, ha detto a fine gara Benčić che vive a Karnevali vicino a Gimino, un paesino di 6 case.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display