Fiume. In piazza Kobler distribuite 1.500 porzioni di calamari fritti e baccalà in umido

La benedizione del cibo. Foto: Ivor Hreljanović

Come da tradizione, oggi in piazza Kobler è stata celebrata per il decimo anno consecutivo la Vigilia di Natale secondo il calendario giuliano, evento organizzato dal Consiglio della minoranza serba della Regione litoraneo-montana e da quello della Città di Fiume, dai comitati di Fiume e di Viškovo della SAC Prosvjeta e con il sostegno della Comunità religiosa serbo-ortodossa di Fiume. Nell’occasione, ai cittadini sono state distribuite 1.500 porzioni di calamari fritti e baccalà in umido. Alla manifestazione hanno preso parte il sindaco Vojko Obersnel e il suo vice Marko Filipović, il presidente del Consiglio della minoranza nazionale serba della Città di Fiume e consigliere Mile Opačić, il parroco della Chiesa ortodossa (protojerej-stavrofor) Mićo Kostić e il sacerdote (jerej) Jovan Galemić. “Oggi celebriamo la Vigilia del Natale ortodosso in questa piazza con tutti i nostri concittadini e le persone di buona volontà – ha detto Mile Opačić –. Per l’occasione la nostra comunità ha organizzato anche un piccolo programma d’intrattenimento con il coro ‘Vreteno’ (Fuso per la lana, nda) che ha cantato canzoni natalizie tratte dalla tradizione popolare. Siamo parte integrante di questa città che si fregia del titolo di Capitale Europea della Cultura e il suo moto ‘Porto delle diversità’ calza a pennello in questi giorni così importanti per la nostra minoranza”.

Anche quest’anno il sindaco Obersnel ha partecipato all’evento. Foto: Ivor Hreljanović

All’evento non poteva mancare il sindaco Vojko Obersnel, che ha fatto gli auguri a tutti i presenti. “Questa piccola ricorrenza dei dieci anni delle celebrazioni all’aperto della vigilia e del Natale ortodosso ci rende, purtroppo, unici in tutto il Paese. Una caratteristica della nostra città che unisce tutti, indipendentemente dalla religione, nazionalità, cultura e lingua”.
Casa di cultura, un progetto che si realizza
Un Natale che annuncia un anno ricco di novità per la comunità serba in quanto nei giorni scorsi il Comitato di Fiume è riuscito ad acquistare, tramite concorso pubblico, un appezzamento di terreno dalla Città di Fiume. Si tratta di un terreno di oltre 2mila metri quadri situato nei rione di Hosti nelle immediate vicinanze della Casa di cultura della “Češka beseda“ sul quale la minoranza serba costruirà un edificio adibito alle molteplici attività culturali che si svolgono non solo a Fiume ma anche nel comune di Viškovo. Il passo seguente sarà quello di richiedere tutta la documentazione necessaria per la costruzione della nuova casa di cultura.

Facebook Commenti