Fiume. Caldo soffocante fino a sabato

In mancanza di spiagge va bene anche la riva. Foto: Roni Brmalj

L’ondata di caldo che ha colpito questa parte d’Europa sembra non voglia proprio andarsene. Si vede che l’abbiamo accolta in modo molto amichevole e si trova bene tra di noi. A detta del meteorologo Igor Horvat, il tanto annunciato picco per domani si sta spostando al fine settimana. “Ci troviamo nel mezzo di quest’ondata di caldo dalla fine di luglio e anche se il culmine era stato annunciato per domani, probabilmente le temperature rimarranno invariate fino a sabato quando dovrebbero raggiungere il loro massimo di 36-37 C°. Fino ad allora ci sarà tanto sole con temperature attorno ai 35 gradi, accompagnate dal vento di bora che in questi giorni sta mostrando il suo vero volto, ovvero un vento caldo che proviene da Segna, tipico per i mesi estivi. Nei mesi invernali e primaverili invece la bora diventa un vento freddo. Sabato ci sarà meno vento e per questo sentiremo ancora di più il caldo. Per Ferragosto non ci sono precipitazioni in vista, a parte eventuali piogge molto localizzate. Le temperature dovrebbero essere leggermente più basse visto che ci sarà la presenza di qualche nuvola. All’inizio della prossima settimana invece vediamo, per il momento, un calo di temperature e vento di bora più forte, mentre da martedì pioggia in vista. Per ora non possiamo dire se il caldo soffocante ritornerà a fine mese. In questi giorni abbiamo visto che nemmeno nelle ore notturne non c’era un grande calo di temperature. Infatti, non sono mai scese al di sotto dei 20 gradi Celsius per quanto riguarda Fiume e dintorni. Questo anche perché la città sta diventando una zona fatta di cemento, con tanti parcheggi e pochissimo verde, il che innalza sensibilmente le temperature. Le aree verdi invece sarebbero di grande aiuto”, ha detto Igor Horvat.
Come sopravvivere allora nei prossimi giorni? “Il consiglio è quello di evitare le ore più calde (11-16) e di rimanere in casa o almeno all’ombra, di bere tanti liquidi evitando alcolici, portare dei copricapo se si deve uscire di casa e cercare refrigerio dove possibile. Visto che le temperature del mare si aggirano attorno ai 25-27 gradi, forse sarà il caso di andare in montagna per trovare un po’ di sollievo. Magari facendo il bagno nei fiumi o laghi”, ha concluso il nostro interlocutore.

Facebook Commenti