Fiume. Assembramenti? Arrivano i droni

I droni saranno usati per evitare assembramenti oltre le 5 persone. Foto: Kristina Stedul Fabac/PIXSELL

Su disposizione del Comando nazionale della Protezione civile relativa alle misure di contenimento necessarie a limitare i raduni sociali, la task force della Regione litoraneo-montana, al fine di prevenire i rischi di contagio da coronavirus, ha istituito in questi giorni determinate unità di sorveglianza che interesseranno i campi gioco, i parchi e le spiagge e che andranno a unirsi alle pattuglie già operative sul campo. La supervisione, oltre che dalle forze della Protezione civile e dalle guardie comunali, verrà eseguita anche con l’ausilio dei droni dati in prestito dai Vigili del fuoco.
Dal Comando informano che nell’ultimo fine settimana è stata registrata una serie di infrazioni relative all’ordinanza siull’assembramento, soprattutto nelle zone in cui si trovano i campi sportivi e sulle spiagge. Un appello è stato rivolto alla cittadinanza, soprattutto alla popolazione più giovane, di mantenere le distanze sociali, evitare i contatti fisici e l’assembramento a fini sportivi. In futuro, tutte le violazioni dei decreti emanati verranno sancite a norma di legge.

Facebook Commenti