Ema. J&J come AstraZeneca: «Più benefici che rischi»

Foto: DPA/PIXSELL

Johnson&Johnson come AstraZeneca. L’Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha riconosciuto che il vaccino riconosce “possibili legami di causa-effetto tra il siero e gli eventi molto rari di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Usa”. Precisa, però, che i “benefici superano i rischi”.
Nella riunione di ieri, il Comitato per la sicurezza (Prac) dell’Ema ha concluso che alle informazioni sul prodotto dovrà essere aggiunto un avvertimento su coaguli di sangue insoliti con piastrine basse. Il Prac ha anche concluso che questi eventi vanno elencati come effetti collaterali molto rari del vaccino. In settimana, sono attese le conclusioni sugli effetti della somministrazione della seconda dose del vaccino anti-Covid AstraZeneca e l’aggiornamento della valutazione sull’efficacia del monoclonale Remdesivir nel trattamento dei pazienti contagiati.

Facebook Commenti