Slovenia in ansia per i casi di reinfezione tra gli anziani

Persone in fila distanziate davanti a una panetteria in centro a Lubiana Foto: XINHUA/PIXSELL

In Slovenia i contagi da coronavirus stanno diminuendo di giorno in giorno, ma a destare preoccupazione sono ora diversi casi di reinfezione verificatisi in tre Case di riposo. La situazione più grave si registra nel gerontocomio di Trbovlje, dove una trentina di anziani ha contratto il Covid-19 e tra questi vi sono pure persone vaccinate anche con il richiamo. Presentano sintomi lievi e non necessitano di essere ricoverati. Il virus irrompe pure nelle Case di riposo di Domžale e Fužine, a Lubiana. Gli esperti sono del parere che i contagi siano dovuti ad una delle nuove varianti del coronavirus e ricordano che nessun vaccino offre una protezione totale dal Covid-19 che nelle ultime 24 ore ha causato 718 nuovi casi di infezione. Sono stati effettuati 3.537 test PCR per un tasso di positività al 20,3 per cento, mentre una settimana fa era del 22,9 per cento. Permane grave la situazione negli ospedali. Nel corso della giornata di lunedì sono stati ricoverati 71 pazienti facendo salire il numero complessivo delle ospedalizzazioni a 649. I decessi causati dal Covid sono stati invece 8, di cui 5 sono avvenuti nei nosocomi.

Facebook Commenti