Croazia. L’84 p.c. dei cittadini favorevole alla chiusura domenicale dei negozi

Foto: Pixsell

Si riattualizza la questione del lavoro domenicale in Croazia. Il portale MojPosao ha promosso un sondaggio al quale hanno partecipato più di tremila persone. Ebbene, l’84 p.c. degli intervistati (qualora avessero il “potere” di decidere in merito) si è detto favorevole alla chiusura totale o parziale dei negozi la domenica in quanto, come specificato, questo è un giorno di riposo e da passare in famiglia. Gli interpellati hanno pure posto la domanda “Perché la domenica dovrebbero rimanere chiuse solo le rivendite?” e hanno anche dato una risposta: “Anche gli albergatori e gli esercenti di locali pubblici hanno il diritto di riposare la domenica.” Il 15 p.c. degli intervistati ha detto sì al lavoro domenicale ma solo per un numero limitato di domeniche l’anno. La decisione relativa al lavoro domenicale dovrebbe spettare ai commercianti con quest’ultimi che dovrebbero retribuirlo adeguatamente e in modo equo, scrive il portale. È stato il governo a riattualizzare la questione del lavoro domenicale in Croazia annunciando modifiche all’attuale Legge sul lavoro. Da quanto è dato sapere l’Esecutivo statale sarebbe intenzionato ad attuare il modello austriaco. In questo Paese, infatti, le rivendite sono aperte solo alcune domeniche l’anno.

Facebook Commenti