Bene le scuole della CNI CSMC. Futuro tutto…rosa

La Giunta esecutiva dell'Unione Italiana si è riunita nella sede della CI di Umago. All'ordine del giorno in primo luogo l'andamento delle iscrizioni negli istituti scolastici e prescolari

Una fase dei lavori della Giunta

La Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, nel corso della sua XIII sessione ordinaria tenutasi ad Umago, ha discusso tutta una serie di argomenti legati al funzionamento delle istituzioni della CNI. In apertura i giuntini hanno avuto il tradizionale incontro con i vertici della CI ospitante. La presidente della Comunità degli Italiani “Fulvio Tomizza”, Floriana Bassanese Radin (che ricopre anche l’incarico di vicesindaco italiano di Umago), ha rilevato che la CI ha 72 anni di vita e oggi sviluppa moltissime attività artistiche, culturali e sportive. Assieme all’asilo italiano che conta ben 261 bambini e alla scuola elementare italiana forma una squadra vincente. Senza contare che la Città di Umago, a Statuto bilingue, sostiene tutte le sue attività ed è ben disposta ad aiutare tutte le istituzioni della CNI sul proprio territorio.
Nel prosieguo di seduta la Giunta presieduta da Marin Corva ha vagliato la richiesta della CI di Torre concernente la manutenzione della sede. La Comunità degli Italiani torresana ha presentato in data 1º settembre 2019 la richiesta di finanziamento per la sostituzione, riparazione e manutenzione dell’impianto elettrico, allegando le offerte della “ElektroLovrečić” (8.850 kune) e della Panter Electronic (9.875 kune) per la riparazione dell’attrezzatura audio video, nonché in data 10 settembre 2019 la richiesta per la riparazione della pompa del sistema riscaldamento/raffreddamento della ditta Mariterm (2.512,50 kune). Nell’intento di assicurare il normale funzionamento della sede della Comunità la Giunta ha accolto la richiesta.
Per quanto concerne il Corso di progettazione europea “Dall’idea al finanziamento in 3 giorni!” svoltosi dal 6 all’8 settembre nella Comunità degli Italiani di Valle, in collaborazione con l’Associazione Informo, l’Associazione Istrian de Dignan e la Regione, e al quale hanno partecipato 14 giovani (18-35 anni) dei sodalizi della CNI, va detto che la Giunta ha sostenuto le spese del rinfresco. Il corso si è svolto in tre giornate in base al seguente programma: prima giornata: venerdì 6 settembre, dalle 15 alle 21. “Come realizzare la mia idea?”; seconda giornata: sabato 7 settembre, dalle 9 alle 15. “Impostare un progetto o un piano aziendale d’eccellenza”; terza giornata: domenica 8 settembre dalle 9 alle 15. “Accesso immediato ai finanziamenti per iniziare subito a concretizzare”. Durante il corso si è reso necessario affrontare alcune spese straordinarie per assicurare un rinfresco ai partecipanti.
Bene gli asili e le elementari
Alla riunione della Giunta uno dei punti sicuramente più interessanti è stato senza dubbio quello dedicato al numero di iscritti nelle istituzioni prescolastiche e scolastiche della CNI nell’anno scolastico 2019/20. Negli asili troviamo complessivamente 1.702 bambini: Umago ne conta 261 ed è l’istituzione più numerosa, Capodistria 236, poi abbiamo Pola con 190, Pirano 155, Parenzo 136, Isola 131, Fiume 127, Rovigno 112, Buie 68, Dignano 64, Zara 48, Cittanova 47, Verteneglio 46, Albona 21, Lussinpiccolo 20, Abbazia 20, Fasana 20. Fra questi 1.702 troviamo 457 di età 1- 3 anni e 1.245 di età 3-7 anni. Negli ultimi anni il numero è costantemente aumentato. Va detto che quest’anno abbiamo 1.136 alunni nelle scuole della Regione istriana, 539 a Fiume e 619 in quelle della Slovenia per complessivi 2.294 alunni. Lo scorso anno nelle elementari avevamo 2.280 allievi, dunque c’è stato un incremento. Per chiarire meglio l’importanza dell’argomento va rilevato inoltre che nell’anno scolastico 2007/08 gli iscritti erano 1.873 nelle scuole elementari della CNI.
Flessione alle Medie superiori
C’è però un calo di alunni nelle medie superiori: quest’anno ne abbiamo 352 nella Regione istriana, 181 a Fiume e 154 in Slovenia. Complessivamente sono 687. Nell’anno scolastico 2007/08 per esempio nella Regione istriana avevamo 544 alunni nelle medie superiori, a Fiume 173 e in Slovenia 199. A Fiume c’è stato un leggero aumento, nell’Istria croata e nel Capodistriano un calo.
A conti fatti negli asili abbiamo 1.702 bambini, nelle elementari 2.294, nelle medie superiori 687 che complessivamente fanno 4.683. Nelle prime classi elementari quest’anno sono stati registrati 136 alunni nella Regione istriana, 75 a Fiume e 76 in Slovenia per un totale di 287 allievi. Lo scorso anno ce n’erano 268.
La Giunta UI ha poi approvato un finanziamento di 13.950,00 kune a favore della Comunità degli Italiani di Lussinpiccolo per la copertura delle spese di un deumidificatore. Quindi ha nominato nella Commissione giudicatrice per la valutazione dei candidati al Corso di formazione per ICT a Fiume, Ana Čuić Tanković quale presidente mentre i componenti sono Debora Moscarda e Roberta Grassi Bartolić.
Dopo aver preso in esame la documentazione inviata dalla Casa editrice Edit di Fiume in merito alle spese relative al libri di testo da inserire nel Catalogo ministeriale, su proposta del Titolare del Settore “Istituzioni prescolari, scolastiche ed universitarie”, la Giunta ha approvato la relativa delibera. Nel corso della sessione tenutasi a Umago, la Giunta ha preso inoltre in esame l’Informazione sul pagamento effettuato dal Consolato generale d’Italia a Fiume, in data 7 agosto 2019, in applicazione della Convenzione MAECI – UI – UPT 2018, per il corso ICT a Fiume nell’importo di 14.202 euro.
Gare di lingua italiana
A membri della Commissione giudicatrice per la XVIX Gara di lingua italiana degli studenti delle Scuole medie superiori della Comunità Nazionale Italiana la Giunta ha nominato: Gianfranca Šuran, Maja Đurđulov, Paolo Pozzi. A membri della Commissione giudicatrice per la XLVIII “Arcobaleno” – Gara di lingua italiana per gli alunni delle Scuole elementari della Comunità Nazionale Italiana sono stati nominati: Tiziana Dabović (presidente), Patrizia Chiepolo Mihočić, Stella Defranza. La tradizionale Gara di lingua italiana per gli alunni delle scuole elementari e per gli studenti delle medie superiori della Comunità Nazionale Italiana è una delle voci del Settore “Istituzioni prescolari, scolastiche ed universitarie” del Programma di lavoro e Piano Finanziario dell’Unione Italiana per il 2019. Quest’anno l’incontro tradizionale sarà ospitato dalla Scuola elementare di Cittanova, venerdì 21novembre. La Gara per le scuole elementari, giunta ormai alla sua XLVIII edizione, viene organizzata dalla redazione della rivista per ragazzi “Arcobaleno” dell’Edit con il supporto finanziario dell’Unione Italiana, mentre quella per le medie superiori, giunta alla XVIX edizione, è di competenza del Settore.
«Luigi Dallapiccola»
Approvato inoltre il “Programma di lavoro del Centro Studi di Musica Classica dell’Unione Italiana “Luigi Dallapiccola” per l’anno scolastico 2019/2020” e l’assegnazione di un compenso mensile di 200,00 kune ai Coordinatori operativi delle sezioni. Un Centro molto importante che sta crescendo e che, come detto, “ha un futuro tutto rosa”. Bene anche con le scuole, con iscrizioni costanti e un buon rapporto sia con il Ministero dell’Istruzione che con il deputato della CNI e vicepresidente del Sabor, Furio Radin.

Giovani. Un vulcano d’idee
Attività giovanili svolte durante l’estate, incontri sportivi, corsi di formazione, appuntamenti previsti per l’autunno, proposte dei rappresentanti dei giovani: sono soltanto alcuni degli argomenti trattati ad Umago dall’Attivo dei Giovani UI diretto da Debora Moscarda.
I giovani CNI sono un vero e proprio vulcano di idee, che tuttavia vanno schiarite e coordinate per dare loro una forma. Durante la riunione alla quale ha partecipato anche Marin Corva, presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, si è visto che la volontà di fare c’è ed è tanta, e che bisogna indubbiamente fare gruppo per portare queste idee nelle CI. Oggi la gente è oberata da mille problemi, i giovani studiano o lavorano per tutta l’estate, ma in futuro sicuramente ci sarà spazio per sviluppare qualcosa di buono e positivo: per esempio un karaoke dei giovani oppure delle rassegne giovanili.
Ana Čuić Tanković, per esempio, ha detto che si potrebbero fare dei corsi per giovani imprenditori, visto che l’esigenza c’è, soprattutto oggi che l’economia sta cambiando. Ma in programma ci saranno anche molte altre cose, corsi europei, serate conviviali, sport e musica. Strada facendo insomma le cose dovrebbero svilupparsi in un’armoniosa attività da estendere a tutti i sodalizi.

Facebook Commenti