Rožman: «Anche loro saranno motivati»

Calcio. Oggi, con inizio alle ore 18.55, il Rijeka è ospite del fanalino di coda Inter. I fiumani sono a caccia di punti importanti per l’Europa League

Con l’Inter il Rijeka si presenta in campo da favorito

“Ci siamo allontanati un po’ da Fiume per lavorare con maggiore tranquillità e restare concentrati su questa partita. Abbiamo cercato di migliorare soprattutto la fase difensiva, nella quale contro la Dinamo abbiamo funzionato, direi, piuttosto bene. L’Inter è una squadra che in casa ha dato del filo da torcere alle formazioni più quotate, che a Zaprešić hanno avuto molte difficoltà nell’imporsi”, annuncia l’allenatore del Rijeka, Simon Rožman, prima della terzultima partita di campionato in programma stasera alle ore 18.55 a Zaprešić. “Credo che in diverse circostanze l’Inter avrebbe meritato qualcosa di più, ma ora tocca a noi cercare il bottino pieno contro un’avversaria coriacea. Per prima cosa, occorrerà evitare quegli errori che ci sono costati troppo nelle ultime settimane e che ci hanno fatto perdere tanti punti”, aggiunge il tecnico, il quale sa di incontrare una squadra ormai retrocessa e che a questa stagione ha ben poco da chiedere. Si trova nello stesso stato d’animo come Slaven Belupo e Gorica, entrambe distanti sia dall’Europa che dalla zona retrocessione, che hanno potuto giocare senza l’obbligo di fare risultato ad ogni costo, riuscendo però a spuntarla grazie alla frenesia dei fiumani.
“Finché non c’è la certezza matematica della retrocessione, uno ci prova. Pertanto – avverte Rožman –, possiamo essere certi che all’Inter non mancherà motivazione. La partecipazione alle competizioni europee non l’abbiamo ancora raggiunta e non vorremmo metterla in discussione con un risultato negativo. Loro ce la metteranno tutta, mentre noi dovremo saperci adeguare”.
Niente euforia
I fiumani sono reduci da una prova eccellente, da un successo interno per 2-0 contro la Dinamo. Prima di questo incontro, però, ve ne sono stati cinque deludenti, con tre sconfitte consecutive seguite a due pareggi. Il secondo posto è distante, probabilmente irraggiungibile, ma un successo contro la prima della classe può dare fiducia, aspettando un passo falso delle dirette concorrenti. Rožman ammette: “Voglio ripetere che per quanto riguarda il gioco non posso dirmi insoddisfatto se ci riferiamo alle partite in cui abbiamo raccolto poco o nulla. Ci era mancato soltanto il risultato, giunto poi contro la Dinamo. Ci voleva proprio per i ragazzi, che per tutto questo tempo si sono impegnati a fondo senza raccoglier i frutti del loro lavoro. Fortunatamente, il modesto raccolto non li ha scoraggiati e con la Dinamo sono stati premiati”.
Il Rijeka ha lavorato negli ultimi giorni a Fužine, dove fa meno caldo. “C’era bisogno, dopo tante partite in sequenza rapida, di recuperare qualcosa. Si giocava a pochi giorni di distanza, si viaggiava e ci si allenava poco. Questi giorni sono utili per il riposo, per stare in pace e per apportare gli ultimi ritocchi al nostro gioco. Le temperature qui sono un po’ più basse rispetto a Fiume e pensiamo in piena serenità alle ultime quattro partite che ci dividono dalla fine della stagione”. Il riferimento di Rožman è alle tre sfide di campionato e a quella più importante, il primo giorno d’agosto, a Sebenico nella finale di Coppa con la Lokomotiva.
Andrijašević out, Čolak in dubbio
Per ciò che riguarda le assenze, il tecnico potrebbe avere dei problemi soprattutto in chiave offensiva: Andrijašević è fuori per guai muscolari, mentre Čolak acciaccato, ma non irrecuperabile. Assente da tempo il laterale difensivo Štefulj: per lui, salvo sorprese, la stagione è conclusa. Ci sono, come sottolinea Rožman, altri giocatori in forma pronti a subentrare.
Negli scontri diretti in campionato, complessivamente 56, il Rijeka ha vinto 26 volte, 15 sfide si sono concluse senza vincitori, mentre la squadra di Zaprešić è uscita trionfante per 15 volte, l’ultima nell’agosto del 2012. Da quel 2-0 l’Inter non ha più vinto, ma di punti ne ha fatti perdere ai fiumani. A settembre a Rujevica finì 1-1. Nelle altre due partite disputate in questo campionato, il Rijeka ha vinto due volte per 4-1.

Facebook Commenti