Rocco Žiković. Un soffio su 16 candeline e poi si parte per Salisburgo

Rocco Žiković con il presidente della Federcalcio croata ed ex bomber di Real Madrid, Siviglia e della nazionale croata, Davor Šuker

Il capitano della formazione allievi dell’Istra 1961 e della nazionale U-16 della Croazia, Rocco Žiković, starebbe per trasferirsi al Red Bull Salisburgo entro la fine del mese. Come si apprende da fonti ben informate, l’unico ostacolo da superare per mettere in porto l’affare e che deve essere formalmente aspettato è il compimento dei 16 anni da parte del talentuoso calciatore. Žiković festeggia il compleanno il il 21 gennaio. Quindi potrà firmare, a tutti gli effetti, un contratto professionale con un club straniero. Rocco è uno dei tre figli di Igor Žiković, che negli Anni ’90 ha accumulato 27 presenze in prima squadra con la maglia del vecchio Istra. È stato anche direttore sportivo nell’era di Michael Glover, e recentemente è stato riassunto dall’Istra 1961. L’affare Rocco Žiković potrebbe portre nelle casse dela società di Pola dai 2 ai 3 milioni di euro.
La trattativa comunque sarebbe ormai chiusa, il ragazzo accompagnato da papà Igor, ha già effettuato le visite mediche di rito. L’Istra 1961 non ha ancora né confermato né smentito la notizia. D’altro canto per una società che vieta al proprio allenatore, Igor Budicin, di rilasciare dichiarazioni alla stampa e da un ambiente dove le notizie ufficiali arrivano col contagocce, il silenzio non sorprende neanche un po’. Se il trasferimento di Žiković al Red Bull andrà definitivamente in porto, sarà l’affare più importante nella storia della società del Drosina. E dire che il ragazzino non ha ancora disputato una sola partita ufficiale con la squadra seniores…

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.