Calcio: è morto Mario Corso, stella della Grande Inter

Calcio italiano in lutto, particolarmente tra chi ha a cuore i colori interisti: è morto Mario Corso, fenomenale mancino della Grande Inter degli Anni ’60. L’ex nerazzurro era ricoverato da giorni in ospedale. Corso, nato a Milano nell’agosto del 1941, è diventato una bandiera dell’Inter negli Anni ’60, noto per il suo caracollare per il campo e per le cosiddette punizioni a “foglia morta” che lasciavano di stucco i portieri: sorpresa e precisione di esecuzione erano le caratteristiche.
In nerazzurro ha disputato sedici stagioni tra il 1957 e il 1973, giocando 413 partite e segnando 75 gol. Nella sua carriera anche 26 apparizioni con la maglia del Genoa, prima di una lunga avventura da allenatore tra Lecce, Catanzaro, Inter, Mantova, Barletta e Verona.

Facebook Commenti