Scomparsa la rovignese Maria Antonietta Garbin Naidon

Maria Antonietta Garbin Naidon

Si è spenta serenamente, attorniata dai suoi figli, a casa sua a Trento, Maria Antonietta Garbin Naidon, nota ad amici e conoscenti come Sabina, vicepresidente del Comitato provinciale di Trento dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

 

Era nata a Rovigno, città a cui era fortemente legata e dove tornava più volte all’anno con soggiorni anche lunghi. Si ritrovava nella sua casa di Rovigno con vecchie amiche esuli e residenti in altre città italiane. Era un riferimento solido nell’ANVGD del Trentino, dove da molti anni svolgeva il ruolo di vicepresidente senza mancare mai a tutte le iniziative e agli incontri conviviali, sempre seguita dal suo cagnolino divenuto la mascotte dell’Associazione. Era stimata e amata da tutti per la sua capacità di raccontare gli anni di sofferenza nella guerra e nell’esodo con partecipata leggerezza, senza lasciarsi travolgere dallo sconforto e dal rancore: voleva la verità tutta intera.

 

“Una testimone importante dell’esodo e una donna coraggiosa che continuava a sentirsi rovignese e ad amare la sua città natale, come amava l’Italia e il Trentino, che le aveva donato una famiglia meravigliosa e una nuova vita” – ha scritto in un comunicato il presidente Roberto De Bernardis dell’ANVGD del Trentino. A pubblicare la notizia della sua scomparsa è stato anche il portale di Trentino Libero.

Facebook Commenti