Addio all’87.enne Giuliana Zelco

Giuliana Zelco

Valdobbiadene e Visignano piangono l’esule istriana Giuliana Zelco in Oregna, venuta a mancare il 29 lugio all’età di 87 anni. Nata nel 1934 in una famiglia benestante, aveva lasciato la sua amata terra di origine nel 1943, con l’intento di stare lontano dal paese solo per qualche mese. Purtroppo non le è stato possibile ritornare e il padre, che gestiva delle attività commerciali anche con l’Italia, ha avviato un negozio a Conegliano mentre lo zio è andato a lavorare a Schio. Dopo aver preso il diploma di maestra a Conegliano, Giuliana Zelco iniziò a insegnare in varie scuole elementari del territorio. Ogni anno, fino a 10 anni fa, tornava in Istria con il marito per visitare i paesi della sua infanzia per un contatto con quella realtà. Nel 1985, ritiratasi in pensione, cominciò a scrivere per giornali e riviste che trattavano il tema dell’esodo, dedicandosi a ricerche storiche e collaborando con la Voce giuliana e l’Almanacco veneto. Nel 1993 ha scritto “Vento di terra perduta”, grazie al quale venne segnalata al Premio dei Giovani “Costantino Pavan” di San Donà di Piave. Finalista al premio letterario “Trichiana Paese del libro” con il racconto “Una terra nella pelle”, nel 1997 ha scritto “Una vita sdoppiata”. Ha pubblicato inoltre la raccolta di racconti “Lontani segreti. Si è dedicata anche a ricerche storiche e ha artecipato con impegno alle attività della Comunità di Visignano d’Istria, dimostrando grande attaccamento alla sua gente. L’ultimo suo lavoro è stato “Parole per l’eternità- Epigrafi nei cimiteri istriani”, un censimento delle lapidi di 80 cimiteri dell’Istria.

 

Il 10 febbraio del 2008, a Villa dei Cedri, a Valdobbiadene, in occasione del Giorno del ricordo, Giuliana Zelco fu insignita di un’onorificenza concessa dal Presidente della Repubblica in memoria dello zio Bruno De Cleva, sottufficiale dei Bersaglieri, vittima delle foibe.

Lascia addolorati il marito Alberico, le figlie Cristina e Federica, il genero Giancarlo, i nipoti Giovanni ed Elisabetta. L’ultimo saluto a Giuliana Zelco ha avuto luogo ieri 31 luglio, nel Duomo di Valdobbiadene.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.