Raggiunto l’obiettivo principale: la tutela dei diritti dei musicisti

Željko Jerneić
I rappresentanti della Regione con la presidenza e alcuni membri dell’HGU

FIUME | Nella ricorrenza del 25.esimo anniversario della fondazione della Regione litoraneo-montana, vengono celebrati anche i primi cinque lustri dell’istituzione della filiale fiumana dell’Associazione nazionale dei musicisti (HGU). In tale occasione la vicepresidente della Regione, Marina Medarić e il responsabile dell’Ufficio della Regione, Goran Petrc, hanno accolto ieri nella sede della Regione litoraneo-montana, una delegazione dalle file dell’HGU: il presidente dell’HGU regionale, Ivan Pešut, il presidente dell’Associazione nazionale degli artisti affermati, Elvis Stanić, il presidente onorario dell’HGU regionale, Jadranka Čubrić, il primo presidente dell’HGU regionale, Duško Paro, i vincitori di quest’anno del prestigioso premio nazionale Porin, Neno Belan, Marko Tolja, le cantanti della klapa “Luka” e Duško Jeličić.

Tanti i riconoscimenti degli associati

La vicepresidente della Regione, Marina Medarić, ha rilevato l’importanza della collaborazione della Regione con l’Associazione nazionale dei musicisti, che dura da ormai 25 anni. “Siamo onorati di potere contribuire alle realizzazioni di numerosi programmi organizzati dall’HGU – si è detta compiaciuta Medarić –, basti citare gli eventi ‘Back to school’, ‘Musicisti tra i banchi’ e ‘Giornata mondiale della musica. Uniamoci con la musica dai 7 ai 77 anni’”.
A illustrare la storia, la missione e le iniziative promosse dall’HGU è stata la presidente onoraria dell’Associazione nazionale dei musicisti, Jadranka Čubrić. “La Regione litoraneo-montana sostiene ormai da anni la promozione della qualità della produzione culturale. In questo senso, i membri dell’HGU vengono regolarmente premiati – ha spiegato Jadranka Čubrić –. Fino ad oggi 108 musicisti membri dell’HGU della Regione litoraneo-montana hanno vinto il premio musicale Porin, conferito annualmente a livello nazionale. Tre sono stati i premi Porin attribuiti per l’Opera omnia (Ivo Robić, Aleksandar Saša Sablić e Ljuboslav Ljubo Kuntarić). Un totale di 71 premi Status sono finiti nelle mani di musicisti locali, mentre nell’ambito del premio giornalistico rock Crni mačak (conferito dal 1998 fino al 2003), quattordici musicisti sono stati insigniti di tale riconoscimento”.
Oltre a ciò, l’Associazione nazionale dei musicisti appoggia i vari Festival e rassegne musicali come il “Čansonfest”, il “Blues festival di Castua”, il “Liburnia jazz festival”, la manifestazione “Bašćinski glasi” e il concerto “Božić je judi”.
L’Associazione nazionale dei musicisti è formata da musicisti singoli, compositori, autori di testi, DJ, editori musicali e addetti alla discografia. Attualmente l’HGU regionale conta 853 membri. A conclusione dell’incontro è stato rilevato che dopo 25 anni di attività sono stati realizzati gli obiettivi principali dell’Associazione ovvero è stata raggiunta la tutela dello status e dei diritti materiali dei musicisti.

Facebook Commenti