«Radio Labin»: le sue onde arrivano anche nella miniera

L’emittente radiofonica ha festeggiato ieri i 25 anni d’attività

La direttrice Dezi Paliska (con la torta) con alcuni dei dipendenti dell’emittente radiofonica

L’unica emittente radiofonica albonese “Radio Labin” ha compiuto ieri 25 anni. L’importante anniversario è stato festeggiato dalla Radio nel corso di tutta la settimana con un programma speciale e i dipendenti dell’emittente radiofonica, con la direttrice Dezi Paliska, si dicono molto fieri di celebrare il quarto di secolo proprio nell’anno in cui ricorre il 100.esimo anniversario dello sciopero dei minatori del 1921. “Radio che si sente anche nella miniera” è del resto pure uno degli slogan di quest’emittente, che dal 2013 ha sede in Piazzale, vicino alla torre mineraria di Piedalbona e che dal primo giorno, ossia dal 26 marzo 1996, si promuove come una radio “eternamente giovane”. “Venticinque anni sono tanti, contraddistinti da molti eventi, ricordi, cambiamenti nella vita professionale, alti e bassi, ma anche da tanta energia e dedizione investite nella crescita e nello sviluppo della nostra radio, che è riuscita a mantenere lo spirito dell’eternamente giovane ‘Radio Labin’”, dicono la direttrice e la caporedattrice Rafaela Paliska. Il programma dell’emittente albonese può essere seguito sulle frequenze 93.2, 95.0, 99.7 e 91.0 MHz, ovvero in un’area con più di 250mila abitanti, che oltre ad Albona, comprende la costa orientale dell’Istria, come pure la parte centro-meridionale della penisola e una parte della Regione litoraneo-montana.

 

Alla realizzazione del programma della radio, che si è guadagnata il titolo dell’emittente radiofonica locale più ascoltata in Istria, partecipano otto dipendenti assunti in pianta stabile e quattro collaboratori esterni. “Andiamo particolarmente fieri dell’energia dei nostri colleghi più giovani, che hanno contribuito all’ammodernamento del programma e dell’immagine della radio”, dicono gli esponenti dell’emittente, confermando di aver ideato il programma in base agli interessi e alle esigenze della comunità locale, di tutte le generazioni, diventando una vera e propria community radio. Tra le trasmissioni sottolineano innanzitutto quelle finalizzate alla promozione del dialetto ciacavo albonese, lo zacavo, dichiarato nel 2019 bene culturale immateriale della Repubblica di Croazia. Si tratta delle trasmissioni “Užonci našega kraja”, “Litrati” e “Štute besedi”. Un segno distintivo dell’emittente sono le trasmissioni dedicate al mondo della musica, tra cui “Rock & blues klasici”, “Romansa”, “Radio Gerila” e “Dobar akord”. Da oltre 15 anni, in collaborazione con l’Unione Italiana e la Comunità degli Italiani “Giuseppina Martinuzzi” di Albona, si porta avanti pure la trasmissione in lingua italiana “Settimanale albonese”. Da molti anni fanno parte del contenuto della radio pure la trasmissione dedicata alla vita religiosa “Riječ vjere” e il programma informativo “Mikrofon u sredini”. Tra quelle più recenti c’è la “Vaših pet minuta”, durante la quale gli ascoltatori hanno la possibilità di fare domande o proporre suggerimenti alle istituzioni pubbliche.
“Il nostro obiettivo è presentare gli eventi locali, salvaguardando la tradizione e tutelando il patrimonio culturale, ma anche continuare a intrattenere i nostri ascoltatori nel migliore modo possibile”, dicono i rappresentanti dell’emittente radiofonica albonese, ringraziando tutti gli ascoltatori che li seguono.

Facebook Commenti