La raffinatezza dell’ikebana

Alla Galleria Juraj Klović è in visione fino al prossimo 13 novembre la mostra fotografica di Luciano Bibulić, che ha come soggetto le delicate creazioni di Ksenija Grabusin, poste su uno sfondo bianco e caratterizzate dal minimalismo tipico della cultura giapponese

Le opere allestite nella Galleria Juraj Klović

Alla Galleria Juraj Klović è allestita fino al 13 novembre la mostra fotografica di Luciano Bibulić che ha come soggetto le ikebane create da Ksenija Grabusin, scomparsa di recente.

 

La raffinatezza ed eleganza delle ikebane, caratterizzate dal minimalismo tipico della cultura giapponese, è riflessa nelle semplici cornici in legno chiaro che supportano le fotografie. L’autore ha scelto di riprendere le delicate creazioni di Ksenija Grabusin davanti a uno sfondo bianco, mettendo così in risalto il soggetto, le sue forme e i colori, con grande attenzione raggiungendo l’equilibrio della composizione.

Ricerca della semplicità
Come spiegato dalla critica dell’arte, Jasna Rodin, le fotografie di Bibulić sono una ricerca della semplicità e della perfezione, dell’armonia tra la luce e il motivo.

“Rispettando il rapporto dei giapponesi verso la vita, incarnato nell’ikebana, l’autore cerca di approcciarsi al suo lavoro nello stesso modo e trasmetterci un’emozione – rileva Jasna Rodin -. Egli dona una nuova dimensione alla scelta e disposizione delle piante e dei fiori nell’ikebana, ampliando il concetto di fugacità”.

Il minimalismo si riflette anche nelle cornici degli scatti

La poeticità delle delicate e slanciate creazioni di Ksenija Grabusin viene colta dall’autore in tutta la loro perfezione con la scelta e la disposizione del soggetto e dell’illuminazione in modo da evidenziare ogni particolare delle foglie, del fiore o dello stelo. Ciascun particolare è ugualmente importante e contribuisce all’equilibrio della composizione.

Senso di calma
L’inquadratura definisce i rapporti tra le varie parti e crea l’armonia con un uso sapiente della sezione aurea. “Gli scatti di Bibulić emanano un senso di tranquillità, spiritualità e meditazione che creano un’atmosfera di armonia tra natura ed essere umano”, sottolinea Jasna Rodin.

Passione per i ritratti
Luciano Bibulić nasce a Fiume nel 1952 e inizia a interessarsi alla fotografia in età adolescenziale. Le si dedica completamente dopo gli studi universitari e si presenta alla prima mostra personale nel 1989. Nel corso della sua carriera realizza calendari, cartelloni pubblicitari e cataloghi. Si occupa di fotografia pubblicitaria e di moda, mentre coltiva una particolare passione per i ritratti. Una parte importante del suo lavoro artistico sono i motivi rurali che scaturiscono dalle origini istriane dell’artista. Collabora con le agenzie fotografiche Shutterstock, Adobe e Istockphoto e guida laboratori di fotografia.

Facebook Commenti