«Italy – Land of wonders». Scoprire il Belpaese giocando

Il videogioco della Farnesina esplora le bellezze naturali, gastronomiche, artistiche, culturali e del design italiani

Il videogioco inizia con il tramonto

Spesso l’arte può risultare un po’ ostica o elitistica, a volte anche noiosa al grande pubblico abituato al divertimento spicciolo o disinteressato alla storia. Per avvicinare in modo divertente le opere d’arte italiane, tra cui musica, pittura, letteratura e cultura in senso lato, soprattutto ai giovani, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano ha lanciato un videogioco per i sistemi operativi iOS e Android, intitolato “Italy: Land of wonders” (Italia: Paese delle meraviglie). Il pubblico a cui mira questo progetto non è, però, solo quello dei ragazzi e degli appassionati di videogiochi, ma piuttosto i curiosi in tutto il mondo, che vogliono scoprire le bellezze culturali e artistiche italiane. La grafica del gioco è adatta anche ad un pubblico di adulti, non solo bambini e con un’esperienza interattiva e divertente presenta le bellezze e le tradizioni dello Stivale. Il gioco è disponibile anche in Croazia, è gratuito e finora è stato tradotto in ben 11 lingue. L’uscita ufficiale sul mercato mondiale è avvenuta il 19 luglio sul sito italiana.esteri.it (il nuovo portale del Ministero degli Affari Esteri italiano) per tutti gli smartphone e i tablet.

 

Il Paese racchiuso in un click

Elio è un anziano guardiano di un faro che ogni mattina, grazie alle 20 scintille catturate durante la notte, provenienti da 20 regioni italiane, illumina il Sole, che a sua volta riscalda la Terra. Il gioco inizia col tramonto ed Elio (il riferimento è a Helios, dio del Sole nell’antica mitologia greca) cerca un aiutante che gli dia una mano nell’arduo compito. Ha chiamato una persona misteriosa che si trova all’esterno del faro, il giocatore che entra nell’avventura notturna per l’Italia con l’intenzione di catturare le 20 lucciole, accendere il faro e assicurare che il giorno dopo il Sole sarebbe sorto.

Nel corso del loro viaggio virtuale i giocatori incontreranno cinque Guardiani che li porteranno ad esplorare le bellezze della natura, gastronomia, arte, spettacolo e design, cinque settori del patrimonio culturale italiano. Alla fine del viaggio per ogni giocatore ci sarà una sorpresa: potranno prendere il posto di Elio e diventare in questo modo i nuovi Guardiani del faro, con la missione di proteggere le ricchezze dell’Italia. Ma per arrivare a questo punto dovranno prima superare 100 livelli del gioco, di cui ognuno comprende una ricostruzione in 3D di opere d’arte o monumenti italiani. In questo modo i giocatori scopriranno la costa, le montagne, le città, i castelli, le tradizioni e i miti della Penisola. La bellezza del gioco è che lo possono giocare sia coloro che già conoscono l’Italia, che quelli che vogliono scoprirla per la prima volta o che vogliono migliorare la conoscenza della lingua italiana. “Italia – Paese delle meraviglie” può essere usato anche come guida turistica, grazie ai 600 articoli pieni di storie, notizie e informazioni divertenti.

L’ultimo dettaglio di questo progetto è la musica. I brani originali e ispirati ai classici italiani, dall’opera al barocco e fino alle colonne sonore cinematografiche, creano un’atmosfera unica sia per lo studio che per il gioco.

La comunicazione passa al digitale

“Il mercato dei giochi per smartphone è diventato oggi uno dei canali di diffusione di contenuti di diverso tipo, anche culturale o informativo, più importanti in assoluto”, ha dichiarato l’Ambasciatore Lorenzo Angeloni, direttore generale per la Promozione del Sistema Paese presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

“Il nostro posto è sfruttare ogni singola occasione di promozione del nostro Paese e della sua cultura nel mondo – ha continuato -. Per questo motivo abbiamo abbracciato anche questa piattaforma mobile e comunichiamo in maniera innovativa sia tra di noi nel Ministero che in tutta la pubblica amministrazione. Collaboriamo con il pubblico più giovane con l’intenzione di coinvolgere quante più persone in modo da interessarle a questa presentazione virtuale delle bellezze italiane, nella speranza che vorranno vederle e gustarle anche dal vivo. ‘Italia – Paese delle meraviglie’ non è soltanto un gioco divertente, è un vero prodotto italiano di origine controllata in cui coesistono cultura e tecnologia”, ha concluso Angeloni.

Proprio come tutte le altre iniziative culturali, il portale italiana.esteri.it e il videogioco “Italia- Paese delle meraviglie” fanno parte della strategia generale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano di sostegno del settore culturale e creativo dopo lo scoppio della pandemia.

Facebook Commenti