Il canto delle klape diventa… internazionale

0
Il canto delle klape diventa… internazionale
Le klape Kastav in un concerto a Palazzo Modello a Fiume

Verrà inaugurato ufficialmente il 15 febbraio il progetto “Scuola di canto tradizionale – cantiamo come ci hanno insegnato” per adulti nell’ambito del programma Erasmus+, portato avanti dall’associazione “Kanat” di Castua. Il programma educativo era stato realizzato nel corso degli anni dalle klape femminile e maschile Kastav nelle classi superiori delle scuole della Regione litoraneo-montana e in quell’ambito è stato notato un notevole interesse per il programma anche tra la popolazione adulta. L’istruzione degli adulti, il cui scopo è il conseguimento di conoscenze e competenze, come pure la scoperta e l’apprendimento di principi importanti per la salvaguardia del patrimonio popolare, soprattutto quello vocale, è praticamente inesistente sia in Croazia che nei Paesi che partecipano al succitato progetto internazionale.

La klapa maschile…

Promozione del patrimonio culturale

Si è presentata così la necessità di apprendere conoscenze e competenze volte alla salvaguardia, allo sviluppo e alla promozione del patrimonio musicale croato, trattandosi di una parte estremamente preziosa del suo patrimonio culturale: il canto delle klape si trova, infatti, nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO dal 2012. Il valore del progetto “Scuola di canto tradizionale – cantiamo come ci hanno insegnato” per adulti, candidato al concorso Erasmus+ nel mese di maggio del 2021 dall’associazione “Kanat”, è stato riconosciuto dalla filiale croata dell’Agenzia per la mobilità e i programmi dell’Unione europea, che ha stanziato dei mezzi a fondo perduto per il suo svolgimento.

Grazie a questo progetto, che si articolerà nell’arco di venti mesi, gli adulti avranno modo di conseguire attraverso un modello informale di apprendimento le competenze necessarie per utilizzare in maniera corretta la voce e la capacità di canto a più voci il cui fine è la tutela e la promozione della cultura tradizionale. Si tratta di una possibilità completamente nuova di istruzione organizzata degli adulti, a prescindere dalle differenze iniziali nelle capacità, conoscenze e competenze dei partecipanti.

… e femminile Kastav, con il direttore artistico Saša Matovina

Klape attive fuori dai confini della Croazia

Nella realizzazione del progetto partecipano cinque associazioni e organizzazioni: nel ruolo di coordinatore, ovvero direttore del progetto, si trova l’associazione Kanat di Castua con le klape maschile e femminile Kastav (Croazia), il Kulturverein Schandorf – Società culturale Čemba con la klapa maschile Dičaki (Austria), l’Undi Horvát Egyesület con la klapa femminile Biseri (Ungheria), il Chorvátsky kultúrny zväz na Slovensku – L’Unione culturale croata in Slovacchia con la klapa maschile Ravnica e la klapa femminile Rožica (Slovacchia) e la società Klapa Mali grad Kamnik con la klapa Mali grad (Slovenia).

Tra gli obiettivi del progetto sono l’apprendimento dei principi del canto delle klape lavorando su una corretta tecnica di canto, l’ampliamento di collaborazioni oltreconfine tra le compagini, ma anche la tutela del patrimonio culturale croato in Croazia e nei Paesi in cui vive la comunità nazionale croata.

Il risultato principale del progetto saranno un Curriculum e un Manuale per lo studio del canto tradizionale, i quali verranno applicati in pratica nell’ambito di laboratori di canto tradizionale e durante l’incisione di un CD che riunirà tutti i Paesi partner del progetto.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display