Vinistra. Santa Lucia «Best in Show»

0
Vinistra. Santa Lucia «Best in Show»
Gianfranco Kozlović con il premio. Foto: NEVEN JURJAK

La consegna dei riconoscimenti ai produttori migliori ha introdotto la Rassegna Vinistra, la cui 28.esima edizione aprirà ufficialmente i battenti oggi alle ore 13 nella palestra di Žatika. “Sono convinto che ci attendono tre ottime giornate dedicate al vino”, ha esordito il presidente di Vinistra, Nikola Benvenuti, alla cerimonia di premiazione dei vini migliori, che saranno offerti in degustazione su un’apposita bancarella nell’ambito del 13.esimo Mondo della Malvasia.
Tra questi, la Malvasia Santa Lucia del connazionale Gianfranco Kozlović di Momiano, che con il titolo di “Best in Show” (Il migliore in mostra) è risultata essere la prima al mondo, spuntandola pure tra le Malvasie invecchiate. Tra le Malvasie precoci, la migliore è stata proclamata quella dei connazionali Franco, Giuliano e Maurizio Dešković di Castagna. Gianfranco Kozlović ha prodotto pure il migliore Terrano precoce, mentre tra quelli maturi ha primeggiato quello del 2018 della pinguentina “Vina Agapito”. La “Vinakoper” con il Capo d’Istria del 2018 ha dominato invece tra i Refoschi precoci. Oltre alle 7 medaglie di platino per i vini con più di 95 punti, ne sono state assegnate pure 152 d’oro e 36 d’argento. Assegnate pure 16 medaglie d’oro ai produttori di bevande d’elevato grado alcolico e i diplomi a tutti i partecipanti. L’insegna IQ – qualità istriana è andata a 25 vinai per le Malvasie del 2021 e a 7 produttori di Terrano vendemmiato nel 2019.
Alla cerimonia di premiazione è intervenuto pure il presidente della Regione istriana Boris Miletić, che ha sottolineato la qualità del vino istriano e l’impegno dei produttori nel perseguirne l’eccellenza. “Grazie all’impegno dei nostri viticoltori, di anno in anno conseguiamo risultati sempre migliori; i nostri vini di qualità elevata sono alla pari di quelli delle Regioni vinicole più rinomate”, ha detto Miletić, complimentandosi con tutti i vincitori. A loro sono andati anche gli apprezzamenti dell’assessore regionale all’Agricoltura Ezio Pinzan e del sindaco di Parenzo Loris Peršurić.
Oggi Vinistra accoglierà i visitatori dalle ore 13 alle 19, mentre domani e domenica dalle ore 11 alle 19. Il costo del biglietto d’entrata giornaliero è di 150 kune, più 50 kune di cauzione (restituibile) per il bicchiere. Il biglietto d’entrata include un braccialetto e un voucher di 30 kune da sfruttare nell’enoteca di Vinistra. Sarà possibile acquistare il biglietto d’entrata per tre giorni al prezzo di 350 kune, con incluso un voucher di 90 kune. L’uso della mascherina protettiva è obbligatorio.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display