Scuole, gli auguri di Zoričić alle eccellenze

Il primo cittadino ha incontrato i migliori alunni delle elemenari: «Credete in voi stessi», ha detto

0
Scuole, gli auguri di Zoričić alle eccellenze
I migliori scolari dell’anno col sindaco Filip Zoričić e i presidi. Foto: DARIA DEGHENGHI

Volti sorridenti, cervelli in allenamento. L’estate sta finendo e questi ragazzi che in giugno hanno terminato la scuola dell’obbligo si lasciano alle spalle una bellissima stagione dei bagni, ma anche la prima fanciullezza. A settembre saranno studenti dei licei o degli istituti professionali e lo saranno chi per tre, chi per quattro e chi per cinque anni a seconda dei programmi di studio scelti. La tradizione vuole che il sindaco incontri ogni anno i migliori della generazione, sia per le scuole ottennali sia per le medie. Quest’anno con un po’ di ritardo, il raduno capita solo nella seconda metà d’agosto, ma non è un problema. I ragazzi hanno gradito e risposto con entusiasmo.

Orgogliosi i direttori delle scuole elementari di Pola di poter esibire gli studenti che si sono distinti maggiormente nello studio e nelle attività extrascolastiche, nelle gare di sapere, nelle competizioni sportive, nelle gare musicali oppure nell’allestimento di spettacoli, ricerche e incontri culturali. Uno per scuola sono sfilati davanti al sindaco in compagnia del proprio preside. In alcuni casi eccezionali, si è presentato all’appello soltato il preside, in assenza dell’alunno. È stato così anche per Susanna Cerlon, direttrice della SEI “Giuseppina Martinuzzi” di Pola, solo per una ragione che è un doppio motivo d’orgoglio. La migliore alunna dell’anno dell’elementare italiana – Lara Domić Djaković – non ha potuto partecipare al ricevimento del sindaco perché impegnata a ritirare un altro premio non meno importante a Vienna. “Che cosa vuole che le dica? – ha detto la preside Cerlon – Evidentemente è bravissima ovunque si presenti”. Un’assenza più che giustificata dunque. Che cosa ha suggerito il sindaco (in passato preside scolastico, ndr) ai migliori studenti delle elementari dell’anno 2021/22? “Siate diligenti, siate autocritici, siate coraggiosi. Siate uomini buoni e credete in voi stessi. Non lasciatevi disarmare dagli ostacoli e affrontateli con giudizio e coraggio. La vita è piena di problemi, lo scoprirete presto, ma va vissuta a pieni polmoni. Cogliete l’attimo fuggente. Carpe diem. Siate felici e sorridenti. A volte per cambiare umore basta cominciare sorridendo anche quando le cose non vanno bene. Miracolosamente il sorriso incide sullo stato d’animo. Siate felici”, ha concluso Filip Zoričić.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display