Medolino. Maggiori investimenti nella rete stradale

Ultima seduta del Consiglio comunale che ha rivisto il Bilancio per l’anno in corso

Una delle strade in via di costruzione a Medolino

Il Consiglio comunale di Medolino ha approvato il Bilancio consuntivo per il 2020, anno duramente segnato dalla pandemia Covid-19. La rendicontazione del sindaco è stata giudicata favorevole nonostante, appunto, le condizioni difficili che hanno determinato il flop della stagione turistica. Il conto consuntivo dichiara così entrate pari a 89 milioni di kune, e una spesa che ammonta a 74,6 milioni. La differenza tra i due importi, ovvero l’avanzo di 14,4 milioni, è stata utilizzata per coprire il deficit dell’anno precedente, il 2019. Da notare che l’eccedenza delle entrate sulle uscite è dovuta in primo luogo al contenimento della spesa pubblica in presenza di un gettito sicuro come quello dell’imposta comunale, all’avanzo di amministrazione dell’asilo pubblico, ma anche a un finanziamento bancario di 3 milione per fare fronte alle esigenze della congiuntura. Carenze finanziarie hanno riguardato invece l’opera di costruzione dell’asilo di Pomer e l’acquisto di schermi multimediali del Progetto Orka, che infatti si rimandano all’anno in corso oppure a quelli a venire.

 

 

Tra le decisioni prese seduta stante, una riguarda il conferimento delle benemerenze comunali alle aziende e ai cittadini che si sono distinti nella promozione della località, del suo sviluppo economico e sociale ma anche della sua immagine nel mondo. Su proposta della Commissione comunale per le nomine e le onorificenze, verranno dunque premiati i seguenti cittadini e aziende benemerite: l’Arena Hospitality Group che gestisce alberghi, campeggi e resort lungo la costa comunale, la dottoressa Doris Kaluđerčić, il dottor Sergio Ruba, Renato Cukon, Oliviero Buić, Robert Subašić, Ines Vlahović, Stipe Knežević e Marko Lukić. Un premio speciale a discrezione del sindaco Buić raggiungerà anche Marija Rosanda, già titolare di una benemerenza comunale nel 2015, perché continua la sua incessante attività di volontariato in campo socio-sanitario e previdenziale.

L’ultima seduta del Consiglio comunale in questo mandato

Una serie di deliberazioni comunali riguarda il Bilancio di previsione di quest’anno, che viene emendato per sopperire a esigenze mutate, ovvero a un fabbisogno diverso da quello concepito all’epoca della prima versione del documento contabile. Cambia così il Piano delle iniziative culturali, a cui si vanno ad aggiungere altre 103.000 kune a titolo di sostegno all’editoria, per cui il budget destinato alle Politiche culturali ammonta ora a 1.135.000 kune. Cambia anche il Programma socio-sanitario e previdenziale, che avrà un bonus di 100.000 kune destinato al Pronto soccorso. Il bilancio del Programma socio-sanitario sale così a 2.554.000 kune. Un aggiornamento riguarda infine il Programma edilizio che guadagna altri 2,9 milioni a titolo di maggiori investimenti nella rete stradale, nella pubblica illuminazione e nella cura delle aree pubbliche e dei parchi giochi in tutte le frazioni amministrate dal Comune.

Facebook Commenti