Il Polo natatorio premia lo Studio Tumpić/Prenz

Gratifica della Società croata di design

Il Polo natatorio pole

Al mondo degli architetti e degli interior designer piace enormemente l’aspetto del complesso delle piscine pubbliche di Pola. La deduzione non è azzardata, ma scaturisce dal fatto che i progettisti del medesimo si sono aggiudicati il premio della Società croata di design per il migliore lavoro nella categoria dei sistemi, interventi ambientali e grafici all’edizione 2019/20 all’Esposizione del design croato. Il progetto dell’identità visiva e della segnaletica interna wayfinding delle piscine di Pola porta la firma dello Studio rovignese Tumpić/Prenc e rappresenta una produzione creativa degli architetti Anselmo Tumpić, Sara Prenc Opačić e Anton Licul Grk. L’evento culturale tramite il quale sono riusciti a farsi conoscere è la Biennale che si svolge dal 1999, e rappresenta uno degli appuntamenti più importanti per il settore del design in Croazia. A quest’ultima, 11.esima edizione hanno presenziato 497 progettisti con altrettanti lavori, poi selezionati e ridotti a 294 per venire valutati nell’ambito di 8 categorie. La giuria internazionale incaricata dalla Società croata di design ha proclamato i vincitori l’altra notte, per la prima volta online. Hanno superato la selezione nella categoria che riguarda il progetto delle piscine anche le soluzioni artistico-architettoniche “Latini, Muri a secco dell’isola di Cherso” e “Sluparija”, che non sono però riuscite a battere la concorrenza rappresentata dalle soluzioni architettoniche dello studio di Rovigno. “Dopo avere già ottenuto successi in ambito internazionale, è un onore eccezionale l’aver ricevuto anche questa gratifica alla rassegna biennale che privilegia i pareri di una giuria internazionale. Detta mostra rappresenta sicuramente un’occasione d’oro per far conoscere il design croato e noi siamo felici di essere parte integrante di quest’opera di promozione”, sono le parole dell’art director dell’atelier rovignese, Anselmo Tumpić. Va segnalato, inoltre, che lo stesso progetto aveva ottenuto la nomination per il Gran premio della Società croata di design, per la metodica tecnico-artistica adottata. In tutto 35 progetti premiati dalla Biennale, incluso quello per l’impianto della piscina polese, troveranno inserimento alla “Mostra del design 19/20. Lavori premiati” che s’inaugura oggi (14 novembre) al Museo dell’arte e dell’artigianato di Zagabria, dove si potrà ammirare fino al prossimo 5 dicembre.

Facebook Commenti