A Capo Promontore un’estate piena di novità

Ufficialmente aperta l’alta stagione nell’area naturale, dove verranno reintrodotte alcune specie vegetali endemiche protette. Fissati i prezzi dei biglietti e degli abbonamenti

Anche quest’anno Capo Promontore si appresta a ospitare migliaia di visitatori

L’8 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale degli oceani, istituita per sensibilizzare la popolazione sull’importanza degli oceani, ma anche dei mari, nel nostro ecosistema. Ieri, l’Ocean Day è stato celebrato anche nel Comune di Medolino, precisamente a Promontore, dove l’Ente pubblico responsabile della gestione dell’area naturale protetta di Capo Promontore ha inaugurato un mostra dedicata ai fondali marini e visitabile ancora oggi e domani dalle ore 17 alle 21. L’inaugurazione della mostra è stata per Aljoša Ukotić, direttore dell’Ente pubblico “Kamenjak” anche l’occasione per dichiarare ufficialmente aperta la stagione estiva dell’area naturale protetta e per presentare le tante novità pensate appositamente per i visitatori del parco. Ospiti che il direttore ha invitato a visitare il sito Internet ufficiale dell’ente pubblico www.kamenjak.hr e accedere, cliccando sull’apposito link, al nuovo servizio dedicato alla pianificazione della loro visita al parco naturale.

 

Due ingressi nel Parco

”Da qualche giorno è inoltre nuovamente possibile acquistare il biglietto d’ingresso online direttamente dal sito dell’ente”, ha poi annunciato Ukotić, aggiungendo che il servizio di vendita in Rete dei biglietti renderà l’ingresso all’area di Capo Promontore molto più veloce. Il direttore ha poi ricordato che all’area naturale protetta di Capo Promontore si può accedere da due punti. Il primo, quello principale, si trova in località Paredine ed è raggiungibile svoltando a destra prima di entrare in Paese. “Qui i biglietti si possono acquistare pagando in contanti o con carta di credito/debito”, ha rilevato il responsabile dell’area protetta, sottolineando che il secondo punto d’ingresso si trova in località Rupine. Il direttore ha, però, invitato i visitatori a utilizzare l’ingresso principale, anche perché al punto di accesso di Rupine è possibile pagare soltanto con carta di credito. “Oltre che ai due ingressi nel parco, i biglietti potranno essere acquistati anche presso l’info point allestito all’entrata di Promontore, che dagli ultimi giorni di giugno alla fine di agosto sarà aperto al pubblico tutti i giorni dalle ore 7 alle 15” ha svelato Ukotić, il quale ha comunque consigliato ai visitatori di acquistare i biglietti online. “È la via più veloce. Basta accedere al sito, registrarsi, indicare la targa della propria automobile e scaricare l’apposito codice QR, assieme al quale ai visitatori sarà fornita una mappa digitale di Capo Promontore.

I prezzi dei biglietti

Sempre a proposito di biglietti, il direttore ha dichiarato che il costo (80 kune ad auto e non a persona) è rimasto invariato rispetto al 2020. Ukotić ha anche ricordato che per i residenti della Città di Pola e del Comune di Lisignano esiste la possibilità di acquistare un abbonamento stagionale, il cui costo è di 300 kune. Per i residenti del Comune di Medolino, il costo dell’abbonamento è, invece, di sole 100 kune. Il direttore ha tenuto, però, a precisare che i biglietti sono legati alle auto e non alle persone che, se entreranno a piedi oppure in bicicletta, potranno farlo gratuitamente. “Non appena le misure epidemiologie consentiranno di nuovo i raggruppamenti riprenderemo con l’organizzazione di campagne e iniziative di pulizia dell’area e ai partecipanti offriremo in cambio un abbonamento gratuito”, ha detto il direttore dell’Ente, i cui addetti ai lavori, questa primavera, non sono di certo rimasti con le mani in mano. Ad esempio, nell’ambito del progetto “Orka”, in tutta l’area protetta di Capo Promontore sono stati installati 7 info point con tutte le informazioni sul Parco e non soltanto. Inoltre, da qualche tempo, l’Ente parco è impegnato in un progetto di monitoring e di tutela dell’ambiente. A tale proposito, Aljoša Ukotić ha svelato che l’Ente intende reintrodurre nell’area alcune specie vegetali endemiche protette come la Centaura minore e l’Ofioglosso lusitanico. “Entro la fine di quest’anno contiamo di reintrodurre a Capo Promontore anche le pecore. Abbiamo già previsto un’area di circa 100 ettari da adibire a pascolo”, ha spiegato il responsabile dell’area naturale protetta, aggiungendo che il progetto di reintroduzione delle specie vegetali a Capo Promontore è portato avanti in collaborazione con l’Ente forestale, la Società botanica dell’Istria e altri collaboratori esterni. Tra le tante iniziative avviate o realizzate nel corso dei mesi passati figura anche la sistemazione dei sentieri.

In conclusione, il direttore ha invitato tutti a visitare il parco, a godere delle bellezze naturali di Capo Promontore e a percorrere l’appena rinnovato sentiero dei dinosauri, lungo il quale sono stati installati alcuni pannelli informativi.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.