Pisino. Casa di riposo nel centro «Veli Jože»

La posa della prima pietra è prevista alla fine della prossima settimana. La struttura si svilupperà su 3 piani e potrà accogliere un centinaio di fruitori. Il costo dei lavori è di 47 milioni di kune

La futura Casa riposo di Pisino

A fronte della crescente richiesta di posti negli istituti di ricovero e di cura per persone anziane, molte autonomie locali sono corse ai ripari e dopo Albona, anche Pisino annuncia l’imminente inizio dei lavori di costruzione della Casa dell’anziano e del Centro per i servizi sociali extraistituzionali. Nel Municipio pisinese è stato infatti firmato il contratto d’appalto con la ditta “De Conte” di Albona (che si occuperà pure della costruzione della Casa di riposo albonese), scelta quale migliore offerente. La supervisione dei lavori è stata invece affidata alla “Karloline-kling” di Lič, nel Comune di Fužine.

 

Il progetto sarà realizzato in due fasi, con un investimento complessivo di 47 milioni di kune, di cui 34,3 per la Casa di riposo e 12,7 per il Centro per i servizi sociali extraistituzionali. Nella prima fase si prevede una spesa di 37 milioni, per i quali la Città, con il benestare del governo è ricorsa a un mutuo presso la “Privredna banka” di Zagabria, che sarà estinto in 15 anni, con il sostegno della Regione, che si è fatta carico del 50% dell’impegno creditizio.

I primi ospiti nel 2023
La posa della prima pietra è prevista già alla fine della prossima settimana. La struttura sorgerà nel perimetro del Centro sociale “Veli Jože” (ex caserma militare), si svilupperà su tre piani e inizialmente potrà accogliere 52 fruitori in pianta stabile e altri 30 nel soggiorno diurno. Con la messa in funzione dei piani superiori, aumenteranno pure le capacità ricettive, sicché in definitiva la Casa dell’anziano di Pisino potrà accogliere un centinaio di assistiti. Qui opererà pure il Servizio dell’assistenza a domicilio, che si occuperà di una novantina di anziani del territorio. La struttura si svilupperà su una superficie complessiva di 3.672 metri quadri e se tutto procederà come previsto, dovrebbe essere completata nel giro di due anni, ossia entro la metà del 2023, quando dovrebbe accogliere i primi fruitori. Stando a una valutazione preliminare, il costo del soggiorno nella Casa di riposo dovrebbe aggirarsi sulle 7mila kune e sarà sovvenzionato dalla Città e dai Comuni di provenienza dei fruitori, in primo luogo quelli dell’Istria centrale.

“È nostro preciso dovere prenderci cura di tutti i nostri concittadini, dai più piccoli ai più anziani, assicurando loro un servizio e una tutela istituzionale”, ha dichiarato in occasione della firma del contratto il sindaco di Pisino, Renato Krulčić, esprimendo grande soddisfazione per l’avvio di un progetto atteso da anni, che riveste una grande importanza per la popolazione locale.

Facebook Commenti