Nutty Scientists a Parenzo. Workshop per gli scienziati di domani

La presentazione del progetto

Da grande farò lo scienziato. E a sollecitare ulteriormente la fantasia dei bambini, semmai ce ne fosse bisogno, ci pensa il Nutty Scientists (Scienziati pazzi) della Croazia, che fa parte della grande famiglia mondiale, che dal 1996 in qua crea dei programmi che possano suscitare nei bambini l’interesse per lo STEM, ossia l’interazione di quattro specifiche discipline: scienza, tecnologia, ingegneria e matematica. Il Nutty Scientists ha aperto infatti le iscrizioni per i laboratori riservati ai bambini, che si svolgeranno nell’Incubatore d’impresa di Sbandati tutti i mercoledì fino alla prossima primavera. Le iscrizioni sono aperte fino al 1.mo ottobre prossimo e si possono effettuare inviando un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica [email protected] I laboratori si svolgeranno in alcuni cicli e per gruppi, in base all’età dei bambini (piccoli dell’asilo, alunni dalla prima alla terza classe e più grandicelli, dalla quarta alla sesta classe) e nel pieno rispetto delle misure epidemiologiche. Il costo del programma è di 400 kune per partecipante, che con la sovvenzione della Città, per i bambini di Parenzo scenderà a 320 kune.

Nei giorni scorsi, sempre nell’Incubatore di Sbandati, alcune “scienziate pazze” hanno offerto un assaggio di quello che saranno i laboratori, una serie di esperimenti divertenti per promuovere lo studio delle scienze tra le generazioni più giovani.

Nella stessa occasione l’assessore cittadino all’Economia, nonchè direttrice dell’Incubatore d’impresa di Sbandati, Morena Mičetić Fabić e la rappresentante di Nutty Scientists dell’Istria, Morena Boljunčić, hanno firmato un accordo di collaborazione tra le due parti. La prima ha rilevato che la Città ha riconosciuto l’importanza dell’avvicinamento dei bambini alla materie scientifiche fin dalla più tenera età, sovvenzionando al 20 % la quota a carico dei genitori. Il sindaco, Loris Peršurić, che pure è intervenuto all’incontro, ha ricordato infine i numerosi programmi per l’infanzia che vengono attuati nei singoli Comitati locali, che sono molto bene accolti sia dai bambini che dai genitori, impegnandosi a offrire contenuti interessanti anche in futuro.

Facebook Commenti