Morta la donna travolta da un taxi a Cantrida

Željko Jerneić

Non ce l’ha fatta la donna travolta da un taxi cinque giorni fa a Cantrida. La 51.enne è spirata nella notte tra martedì e mercoledì al Centro clinico ospedaliero di Fiume, malgrado gli sforzi dei medici di salvarle la vita.
Il tragico incidente si era verificato nel primo pomeriggio di domenica a Cantrida, in via Liburnia, quando un tassista della società Cammeo, sembra a causa di un colpo di sonno, ha perso il controllo del mezzo andando a travolgere due passanti, peraltro sorelle, che camminavano lungo il marciapiede.
Le condizioni della vittima erano subito apparse molto gravi e una volta giunta in ospedale era stata immediatamente sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Le gravi lesioni riportate a testa, addome e arti inferiori alla fine sono risultate fatali. Sua sorella è tutt’ora ricoverata in ospedale, ma è comunque fuori pericolo.
L’incidente va ad aggiungersi a quello avvenuto quattro giorni prima, praticamente nello stesso punto, quando a perdere la vita era stato un uomo di 80 anni, travolto e ucciso da un’auto in corsa mentre stava imprudentemente attraversando la strada fuori dalle strisce pedonali.

Facebook Commenti