Pirano, meta preferita dell’estate 2021

I dati confermano il boom del turismo sloveno con Pirano tra le migliori mete

Pirano, meta turistica preferita del 2021

Il turismo sloveno ha registrato a luglio numeri di gran lunga migliori rispetto al 2020. Le strutture ricettive riportano poco più di 767.500 arrivi di turisti e poco meno di 2,3 milioni di pernottamenti. Il rapporto tra il numero di permanenze di turisti sloveni e stranieri si è quasi eguagliato. Come rivelato dall’Ufficio nazionale di statistica, di tutti i pernottamenti registrati a luglio il 54% è stato costituito da villeggianti sloveni e il 46% da quelli stranieri. Nelle strutture turistiche sono stati registrati poco più di 361.000 arrivi di turisti sloveni, l’11% in meno rispetto a luglio dello scorso anno e poco più di 1,2 milioni di pernottamenti, il 12% in meno rispetto al 2020. Ci sono stati 406.500 arrivi di turisti stranieri, il 63% in più rispetto a luglio dello scorso anno, che hanno effettuato più di un milione di pernottamenti, ovvero il 55% in più rispetto all’anno precedente. Rispetto a giugno, l’Ufficio statistico ha registrato a luglio il 105% in più di arrivi e il 124% in più di pernottamenti. I turisti sloveni hanno generato il 45% in più di arrivi e il 77% in più di pernottamenti su base mensile. I turisti stranieri, invece, hanno generato il 223% in più di arrivi e il 228% in più di pernottamenti. Tra le nazionalità dei vacanzieri esteri primeggiano i tedeschi, con 222.200 presenze ovvero il 21%, che hanno preferito i comuni di montagna, prevalentemente nel Comune di Plezzo (Bovec), con poco più di 36.600 pernottamenti. Sono seguiti dal 12% di turisti cechi, quindi a pari merito da quelli ungheresi e austriaci (9%) e da quelli provenienti dai Paesi Bassi (7%). Il maggior numero di pernottamenti turistici si è registrato nel mese di luglio nelle strutture ricettive dei comuni montani. Questi erano poco meno di 788.800 o il 35% di tutti i pernottamenti. Seguono le località di riviera con il 27% e i centri termali con il 19%.

Strutture turistiche a San Simone

Gli ospiti sloveni hanno dimostrato una netta preferenza per le località istriane. Sul podio si conferma Pirano con 204.700 pernottamenti, seguita da Isola, Brežice, Ancarano e Kranjska Gora. Anche i villeggianti stranieri hanno manifestato netta preferenza per il Piranese con 137.200 permanenze, seguono Bled, Lubiana, Plezzo (Bovec) e Bohinj. Le strutture ricettive più gettonate dai villeggianti, sia sloveni che esteri, sono stati gli alberghi con il 32% o poco meno di 718.900 pernottamenti. Seguono gli alloggi privati (camere, appartamenti e case) con il 26% e infine i campeggi con il 22%. Complessivamente, nei primi sette mesi dell’anno negli esercizi ricettivi turistici sloveni sono stati registrati poco più di 1,3 milioni di arrivi, il 15% in meno rispetto allo stesso periodo del 2020, dove il 59% è stato generato da turisti sloveni. L’Ufficio statistico ha infine rilevato, che il maggior numero di pernottamenti dall’inizio del 2021 è stato registrato dalle strutture ricettive turistiche nei comuni di Pirano, Lubiana e Bohinj.

Il complesso alberghiero Convent di Ancarano

Facebook Commenti