Slovenia. Il balzo del Covid: 21 nuovi casi

Un numero così alto non si vedeva dal 16 aprile, quando il numero dei contagiati si era fermato a 36. Oggi, giovedì 2 luglio, si contano 21 casi in Slovenia, dopo che sono 1.198 persone sono state sottoposte al tampone. Cresce di una unità anche il numero delle persone ricoverate, che oggi sono 9, mentre nessuna di queste è degente nel reparto di terapia intensiva.
Il numero dei casi attivi su 100mila abitanti è attualmente 5,9, mentre il criterio delle autorità sanitarie per avere unPaese sicuro dal punto di vista epidemiologico è di 10 nuove infezioni su 100.000 abitanti  nel periodo di 14 anni. Come scrivono i media sloveni, se i contagi dovessero aumentare come oggi, questa soglia di sicurezza potrebbe essere superato tra meno di due settimane.
“Gran parte delle infezioni proviene ancora dall’estero – informa la virologa Bojana Beović a capo della task force di governo per il contenimento dell’epidemia -, anche se in Slovenia ci sono contagi alle cui a fonti non è stato possibile risalire”. Preoccupa il caso in cui un adulto è stato trovato positivo presso l’asilo Oton Župančič nel comune di Oplotnica, nella parte nord-est del Paese. “In seno all’asilo sono tate adottate tutte le misure previste in questi casi dal protocollo dell’Istituto nazionale per la salute pubblica per prevenire la diffusione del virus. Ne sono stati informati anche i genitori dei bambini”.

Facebook Commenti