Cantrida. Quartiere europeo della Cultura

Al centro, con la bandiera CEC, Damir Čargonja Čarli e Irena Kregar Šegota. Foto Goran Žiković

Nel porticciolo di Cantrida è stato annunciato il programma artistico-culturale con il quale questo rione fiumano diventerà Quartiere europeo della Cultura 2020 (FKK). Sono numerosi gli eventi che si terranno sulle spiagge di Cantrida e di Bivio fino alla fine di settembre. La cerimonia d’inaugurazione del programma è prevista per sabato, 4 luglio, e comprenderà una serie di eventi che si articoleranno durante tutto il giorno. L’ideatore e titolare del programma è l’impresa Novi turizam, in collaborazione con diversi partner e gruppi formali e informali di cittadini.
Arte, ecologia e gastronomia
L’apertura della manifestazione è stata concepita come un’occasione per socializzare e avrà pure una dimensione artistico-culturale ed ecologico-gastronomica, ispirata al passato e al presente di Fiume. Come annunciato dall’autore e direttore del progetto, Damir Čargonja Čarli, la manifestazione FKK viene organizzata da due anni, ideata come un contributo al progetto Capitale europea della Cultura. “L’inaugurazione di FKK comprenderà una serie di eventi – ha dichiarato Čargonja – che inizierà con l’azione di pulitura dei fondali del mare di Cantrida, alla quale prenderanno parte un centinaio di sub, dopodiché organizzeremo la ricerca della bandiera di Fiume CEC nel mare. Avremo una performance sulla cucina popolare, mentre nelle ore serali è previsto il concerto ‘Rimango a Fiume’(Ostajem u Rijeci). Il musicista Zoran Majstorović presenterà la sua ‘Opera navale’, il che sarà seguito dai fuochi d’artificio e da un party“, ha annunciato Čargonja, il quale ha sottolineato come sia importante appoggiare il progetto CEC, essendo questa un’occasione unica per Fiume, che non si ripeterà più.
Appoggio a Fiume CEC
Čargonja ha in seguito firmato un contratto di finanziamento della cerimonia d’apertura e chiusura dell’FKK con la direttrice della società Rijeka 2020, Irena Kregar Šegota, la quale ha ringraziato Damir Čargonja Čarli e i suoi collaboratori per l’appoggio che hanno dato al progetto CEC fin dall’inizio e per la creatività e l’impegno che hanno dimostrato nella realizzazione dei loro progetti. “Il programma dell’FKK è stato selezionato nell’ambito del concorso pubblico bandito nel 2019, al quale sono stati scelti 29 progetti ora in fase di realizzazione – ha rilevato la direttrice –. Sono importanti perché appoggiano la creatività degli artisti e dei cittadini locali, il che è essenziale soprattutto in questa difficile situazione causata dalla pandemia Covid-19”, ha puntualizzato Irena Kregar Šegota, esprimendo l’augurio che anche altri quartieri di Fiume seguano l’esempio di Cantrida.
Demistificare la cultura
Il presidente del Comitato di quartiere Cantrida, Milan Popadić, ha rilevato che con questo progetto si vuole trasformare il rione in una destinazione turistica di qualità, mentre il giornalista del Novi list, Edi Prodan, ha osservato che il progetto FKK è stato pensato come un modo di demistificare la cultura e di offrirla a tutte le categorie di cittadini, in quanto la cultura sono tutte le attività umane e tutto ciò che rende riconoscibile la città.
Sono stati in seguito annunciati i programmi “Art camp Empeduja”, che riunirà una quindicina di artisti locali e internazionali (28 e 29 agosto)68, i quali si esprimeranno sul tema “E l’anno era iniziato così bene…”, alludendo alla pandemia da coronavirus. Zoran Majstorović ha illustrato il progetto Opera navale, che vedrà la sua improvvisazione al liuto e alla chitarra elettrica dinanzi a una quindicina di barche che “suoneranno” con le loro sirene e tutti gli attrezzi che si trovano a bordo. Annunciati pure il Punk Empeduja, che riunirà gruppi punk provenienti da tutta la Croazia e dalla Slovenia, e il Festival Štikla, al quale si esibiranno i gruppi jazz.

Facebook Commenti