Slovenia: 395 nuove infezioni e 39 decessi in 24 ore

Il premier Janez Janša temporaneamente anche ministro della Sanità. Foto: screenshot video

Nelle ultime 24 ore in Slovenia sono stati confermati 395 casi di Covid-19 e si sono verificati 39 casi di morte riconducibili al virus. Lo ha comunicato il governo, il cui premier Janez Janša ricoprirà temporaneamente anche la carica di ministro della Sanità, dopo l’uscita del DESUS dalla coalizione e, dunque, di Tomaž Gantar.
Su 1.446 tamponi prelevati, il 27,32 per cento è risultato positivo, il che è un dato positivo se confrontato con quello della giornata precedente, quando l’incidenza era di un terzo. Ad oggi sono stati confermati 106.292 casi di infezione, dei quali sono attualmente attivi 19.964. Nell’ultima settimana la media giornaliera corrispondeva a 1.359 tamponi positivi.
Sono ricoverati in ospedale 1.214 malati di coronavirus, 15 in più di ieri, mentre 202 si trovano in terapia intensiva. I casi letali sono stati in totale 2.359.
Nella giornata di sabato il governo ha allentato un po’ le restrizioni, ma soltanto durante le festività e a condizione che la situazione epidemiologica non peggiori. Perciò, a Natale e Capodanno non sarà in vigore il divieto di non oltrepassare i confini comunali né quelli regionali, mentre è permesso radunarsi a due famiglie al massimo. Il premier ha voluto reiterare l’importanza di non uscire dai confini nazionali.

Facebook Commenti