Parenzo segna 2 milioni di giornate – presenza

Il centro storico di Parenzo affollato di turisti

Nonostante la pandemia, il settore turistico sta lavorando a gonfie vele. Lavorano tutti; ristoratori, negozianti, centri commerciali, artigiani, ecc. La stagione sta andando ben oltre le previsioni. In Croazia all’inizio di questa settimana si contavano circa 650mila turisti, di cui 576mila stranieri, mentre nel mese di agosto, sempre a livello nazionale sono stati registrati 4 milioni di arrivi (l’87% di quanti se ne contavano nel 2019) e 30 milioni di pernottamenti (il 92,55%).
In Istria 2,8 milioni di turisti
In Istria nei primo otto mesi dell’anno sono stati registrati 2,8 milioni di turisti e 18,9 milioni di pernottamenti, con un indice di realizzazione che s’aggira intorno al 77% rispetto al 2019. Nel solo mese di agosto gli arrivi sono stati 1.099.701 (94,10%) e i pernottamenti 8.545.566 (98,62%).
”Da molti anni l’Istria è conosciuta come una destinazione turistica molto ben organizzata, con una grande sinergia tra il settore pubblico e quello privato, con risultati eccellenti –, ha commentato con soddisfazione l’andamento della stagione il direttore dell’Ente turistico regionale Denis Ivošević –. Che in una situazione pandemica si possa lavorare bene, lo dimostrano i piccoli boutique hotel familiari, le ville nell’entroterra istriano e i campeggi, che offrono delle buone condizioni per limitare i contatti con gli altri ospiti, ma anche i ristoranti e le taverne istriane, le cantine vinicole e gli olivicoltori, che hanno realizzato degli ottimi affari e i loro risultati sono gli indicatori migliori su come lavorare in condizioni di Covid. Rispettando le misure epidemiologiche, ci aspettiamo dei buoni risultati anche in settembre”, ha concluso Ivošević.
Rovigno sul podio
In Istria eccelle Rovigno, che fino al 31 agosto ha ospitato 420. 931 turisti, che hanno realizzato 2.485.750 giornate – presenza. Canta vittoria anche Parenzo, dove il 30 agosto sono stati raggiunti i 2 milioni di pernottamenti, per chiudere il mese a quota 2.035.000 e un totale di 326.000 arrivi, rispettivamente il 71% e il 61% guardando al 2019. I più numerosi sono stati i turisti tedeschi, seguiti da austriaci, sloveni, dagli ospiti nazionali, quindi cechi e italiani. Per quanto riguarda il tipo di struttura, i campeggi hanno realizzato l’84% del 2019, gli alloggi privati l’82%, gli alberghi il 71% e le strutture non commerciali il 65%.
Nel solo mese di agosto Parenzo ha ospitato 124mila turisti, per un totale di 883mila pernottamenti quasi quanti due anni fa. I dati sono stati presentati in conferenza stampa dal direttore dell’Ente turistico parentino Nenad Velenik. Scendendo nel dettaglio, in agosto gli alberghi hanno superato del 2% i pernottamenti del 2019, i campeggi del 3%, gli affittacamere privati hanno registrato un -2%, mentre le strutture non commerciali un -23%. “Qualche giorno fa – ha commentato Velenik – sembrava di vivere gli anni migliori del turismo parentino. Le medie giornaliere s’aggiravano intorno alle 29mila presenze, con punte superiori a 31mila. In alcuni giorni è stato registrato il tutto esaurito, cosa che non era successa nemmeno nel 2019. Entro la fine dell’anno contiamo di raggiungere i 2,5 milioni di pernottamenti”.

Loris Peršurić e Nenad Velenik

Soddisfatto anche il sindaco Loris Peršurić, che ha ricordato come a detto risultato hanno contribuito anche gli eventi sportivi svoltisi a Parenzo. “Il successo turistico di Parenzo – ha ricordato il primo cittadino – va letto anche nell’ottica dei risultati conseguiti nelle realtà vicine, i cui ospiti visitano anche la nostra città”.
E gli danno ragione i risultati segnalati dalle Pro loco delle vicine realtà costiere. Dall’iniziò dell’anno alla fine di agosto a Orsera sono stati registrati 1.029.232 pernottamenti, ossia l’80% del 2019, a Torre – Abrega 1,2 milioni (il 74% rispetto al 2019) e altrettanti a Fontane (l’85% rispetto a due anni fa). Per Velenik e Peršurić si tratta tutto sommato d’una stagione trionfale, considerando che gli alberghi Pizzal e Pinia non sono in funzione. Parenzo ha svolto un ottimo lavoro, L’incidenza epidemiologica è stata minima e la collaborazione promozionale con l’Ente turistico regionale ha dato i suoi frutti. C’è dunque soddisfazione per tutti: per chi ha lavorato e guadagnato, per chi s’è impegnato per conseguire una stagione di successo e in definitiva anche per chi tra poco, una volta partiti i turisti, potrà riconquistare gli spazi urbani.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.