Monspinoso. Inaugurata la sezione della «Paperino»

È stata accolta con gioia l’inaugurazione della sezione periferica di Monspinoso, gestita dalla Scuola materna “Paperino” di Parenzo, che si aggiungerà così anche ufficialmente a quelle di Parenzo, Varvari, Torre e Maio Grando.
La struttura, energeticamente riqualificata, consta di pianoterra e piano superiore, per un totale di 223,60 metri quadri, con un’aula riservata al gruppo nido e l’altra a quello d’asilo, cui si aggiungono gli spazi di servizio. Vi è pure l’area verde esterna, in cui i bambini possono trascorrere il loro tempo libero giocando.
Spazi per due gruppi
L’edificio ha sede presso l’ex edificio scolastico, abbandonato da decenni, situato nel centro del paese. I lavori, avviati l’anno scorso, sono terminati agli inizi di marzo e, dopo le verifiche tecniche, i bambini e le loro educatrici ne avevano preso possesso poco prima dell’entrata in vigore delle misure definite con lo scopo di rallentare la diffusione del coronavirus, che hanno portato all’immediata sospensione dell’attività, rimandando pure la cerimonia d’inaugurazione solenne.

Il progetto è stato cofinanziato coni Fondi Ue

I lavori sono stati realizzati dalla ditta “Rog” di Darda, mentre la sovrintendenza tecnica è stata curata dalla “Solidplus” di Parenzo. L’intervento è costato 2.305.217 kune, IVA esclusa. L’80% dell’importo è stato stanziato dall’Agenzia per i versamenti in agricoltura, pesca e sviluppo rurale dal Programma di sviluppo rurale della Repubblica di Croazia, Misura 7.
Monspinoso è il maggior abitato periferico parentino, e vicino ci sono altri insediamenti. Il nuovo edificio sta già ora incoraggiando la permanenza nel comprensorio delle famiglie giovani, fra cui anche quelle dei nostri connazionali, e dei bambini. Alcuni di loro hanno assistito alla cerimonia di inaugurazione tenutasi ieri. Visibile la soddisfazione dei genitori e degli altri intervenuti. La cerimonia inaugurale, in forma bilingue è stata moderata da Edi Zarli. A fare gli onori di casa, la direttrice della Scuola materna “Paperino” di Parenzo Nataša Musizza. Con i due gruppi di Monspinoso giungono a dieci le compagini educative della “Paperino”. “Inaugurare nuove sezioni rappresenta sempre un bel momento, particolarmente per la nostra etnia e per l’abitato di Monspinoso”, ha affermato la Musizza.
Alla solennità è intervenuto anche il presidente dell’Unione Italiana Maurizio Tremul, il quale ha salutato i presenti a nome suo personale, del presidente della Giunta esecutiva dell’UI Marin Corva, dell’Ambasciatore italiano in Croazia Pierfrancesco Sacco e del Console generale d’Italia a Fiume Davide Bradanini.

Gli interni dell’asilo

I valori della convivenza
Tremul ha voluto ricordare il primo investimento dell’allora nuova Unione Italiana, realizzato con l’acquisto dell’edificio di Rivetta a Parenzo, oggi sede della Scuola elementare italiana “Bernardo Parentin” e della “Paperino”, e molti altri interventi realizzati nel Parentino, auspicando che anche questa nuova sede diventi un punto di riferimento “dei valori della convivenza e del dialogo interculturale e dell’integrazione europea”. Il sindaco di Parenzo Loris Peršurić ha portato i saluti della sua amministrazione e del Consiglio municipale. Dal 2011 ad oggi la popolazione di Parenzo e del suo territorio è aumentata di molto, complici le nascite e le immigrazioni. “Abbiamo costruito due scuole, Maio Grando (poi diventata sede dell’asilo) e Finida. Poi siamo passati a risolvere i problemi prescolari, inaugurando le sezioni di Maio Grando e di Monspinoso, ed è stata già predisposta la documentazione per avviare i lavori all’asilo di Sbandati“. Va ricordato che alcuni anni fa era stato inaugurato l’asilo di Varvari. Alla cerimonia è intervenuta anche la direttrice dell’Agenzia per i versamenti in agricoltura, pesca e sviluppo rurale Marta Topić, la quale ha portato i saluti della ministro dell’Agricoltura Marija Vučković. La Topić ha sottolineato l’importanza di simili interventi, che, seppur non prettamente attinenti al mondo agricolo, contribuiscono allo sviluppo dell’agro, favorendo la permanenza in esso dei giovani e delle loro famiglie.

Le autorità alla cerimonia d’inaugurazione

La struttura è stata benedetta dal parroco di Fontane don Josip Butković, per il quale, quello di ieri va ricordato come un giorno di gioia e di festa. Presente alla cerimonia anche Andrea Crevato, presidente del Comitato locale di Foscolino (di cui fa parte Monspinoso), il quale ha fatto gli onori di casa. Hanno presenziato alla cerimonia pure i vicesindaci connazionali Nadia Štifanić Dobrilović ed Elio Štifanić, il presidente della CI di Parenzo Ugo Musizza, la direttrice della Scuola elementare “Bernardo Parentin” Ester Zarli, la direttrice della scuola materna “Radost” di Parenzo Divna Radola, poi Maria Grazia Benčić Bazzara, storica direttrice della “Bernardo Parentin“, alcuni consiglieri e genitori che hanno incorniciato questo storico momento di Monspinoso.

Facebook Commenti