La Croazia vince e i consumi volano

Foto: Marko Lukunic/PIXSELL

La nazionale croata di calcio si è qualificata per gli ottavi di finale dell’Europeo, dove lunedì a Copenaghen affronterà la Spagna. I tifosi, dopo le delusioni dei primi due match, sono tornati a festeggiare al termine della gara con la Scozia (3-1 con Modrić e l’interista Perišić grandi protagonisti), ma il successo e il passaggio del turno ha fatto fare salti di gioia anche all’economia nazionale.
Secondo gli economisti i consumi durante manifestazione come il Campionato europeo di calcio aumentano del 10%. “I cittadini acquistano soprattutto nuovi televisori per guardare le partite, il merchandising funziona alla grande, senza dimenticare l’aumento delle spese per bevande alcoliche e analcoliche, patatine, arachidi…”, hanno spiegato gli esperti della Camera d’economia croata. “Solo per fare un paragone – sottolineano – durante il Mondiale in Russia di tre anni fa, quando la Croazia è arrivata fino in finale, sono stati spesi 9 miliardi e 277 milioni di kune”.
Anche i numeri dell’amministrazione fiscale parlano chiaro: nel periodo tra il 14 e il 20 giugno, ossia nella prima settimana dell’Europeo, è stato emesso il 14% in più di scontrini rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Sempre nello stesso lasso di tempo, i croati hanno speso 4,3 miliardi di kune.

Facebook Commenti