Istria. Tragedia sulla Ipsilon: due 31.enni fiumani muoiono in un incidente

Foto: Milivoj Mijošek/Glas Istre

Perde il controllo del furgoncino, esce di strada, colpisce un palo della segnaletica stradale, poi il guardrail. L’impatto è talmente forte che la Fiat Doblò cappotta e finisce la sua corsa contro la barriera antirumore. Due 31.enni di Fiume hanno perso così la vita poco dopo la mezzanotte di oggi, martedì 16 marzo, sulla Ipsilon istriana, nel tratto che va dagli svincoli Ivoli e Rogovići, nella parte centrale della penisola. Il furgoncino, targato Daruvar (la maggior parte delle aziende in Croazia immatricola le proprie vetture in questa piccola città dell’esterno del Paese  per motivi fiscali), è andato letteralmente distrutto e per i due occupanti non c’è stato nulla da fare, anche perché dai primi rilievi si è venuto a sapere che non avevano allacciato le cinture di sicurezza.
Qualche ora dopo è stato reso noto che le vittime sono due vigilantes impiegati per la società Securitas. Lo ha confermato in una nota la stessa azienda, che ha colto l’occasione per ribadire la vicinanza ai familiari.

Facebook Commenti