Istria. Senza lavoro: un esercito di incertezza

In penisola sono 4.823, di cui 2.481 uomini e 2.342 donne. Pola in vetta alla classifica, Pinguente in coda

Il Centro per l’impiego di Pola

Secondo quanto comunicato nei giorni scorsi dall’Istituto nazionale di Statistica, in dicembre il numero dei disoccupati è cresciuto in Istria del 4,4 per cento rispetto al mese precedente e addirittura del 9,4 per cento se il dato viene confrontato con l’ultimo mese del 2018. L’aumento del numero dei senza lavoro in Istria è stato confermato anche dall’Ufficio nazionale per il lavoro, dal cui bollettino mensile si apprende che oggi, in Istria, i disoccupati sono 4.823, ben 202 in più rispetto a novembre. Il tasso di disoccupazione si aggira, invece, intorno al 5 per cento.
Dei complessivi 4.823 senza lavoro, gli uomini sono 2.481, mentre le donne sono 2.342. Poco più della metà dei disoccupati (2.662) iscritti nelle liste di disoccupazione dei setti centri per l’impiego sparsi lungo tutta la penisola, risiedono a Pola e dintorni.
La seconda area dell’Istria con la più alta concentrazione di senza lavoro è il Parentino, dove a dicembre il numero dei disoccupati ha raggiunto quota 657. Tra Umago e le località limitrofe risiedono, invece, 422 persone in cerca di occupazione. Nell’Albonese risiedono, invece, 378 disoccupati. E ancora, tra Rovigno e dintorni vivono 364 disoccupati, che a Pisino sono, invece, 261. La più bassa percentuale di senza lavoro è stata registrata nel Pinguentino, dove vivono “soltanto” 78 disoccupati. A proposito di Pinguente, è interessante il fatto che il numero di disoccupati registrati a dicembre è il medesimo di quello segnalato nello stesso mese del 2018. Dunque, in un anno, il numero dei senza lavoro residenti a Pinguente e nelle località vicine non è né aumentato né diminuito.
La radiografia statistica
Tornando al dato complessivo dei disoccupati, l’Ufficio nazionale per il lavoro informa che i percettori di un assegno mensile di disoccupazione sono 3.284. Dall’Istituto di Statistica e dall’Ufficio per l’impiego si apprende inoltre che i disoccupati istriani privi di alcun titolo di studio sono 182, mentre quelli che hanno ultimato la scuola dell’obbligo sono 925. I disoccupati in possesso di un titolo di scuola media superiore della durata di tre anni sono 1.494. Quelli che hanno ultimato un corso di studi di scuola media superiore della durata di quattro anni sono, invece, 1498. I baccalaureati, i laureati e i senza lavoro in possesso di un titolo di studio superiore sono, infine, 724. L’ultimo dato fornito dall’Ufficio nazionale per l’impiego riguarda l’età anagrafica dei senza lavoro. In questo caso, il gruppo più nutrito (1.152 persone) è composto dagli over 55. I giovani disoccupati con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni sono, invece, 516. Il gruppo successivo è composto sempre dai giovani, ma con un’età compresa tra i 25 e i 29 anni. Il loro numero è pari a 574. I disoccupati con un’età tra i 30 e i 34 anni sono poi 479, mentre quelli tra i 35 e i 39 anni sono 482. Nella fascia d’età tra i 40 e i 44 anni troviamo ancora 554 disoccupati. All’appello mancano ancora i senza lavoro con un’età compresa tra i 45 e i 49 anni e i 50 e i 54 anni. Del primo gruppo fanno parte 468 persone, mentre del secondo 598.

Facebook Commenti