Fiume. Scritte offensive e vetri rotti: nel mirino il vicesindaco Ivaniš

Nikola Ivaniš indica il vetro rotto dal lancio di un sasso

Un vetro rotto e la scritta “Merda rossa”. Il tutto firmato Armada, lo zoccolo duro dei tifosi del Rijeka calcio. E’ questa la brutta sorpresa che ha accolto stamane il vicesindaco Nikola Ivaniš, davanti al suo studio medico nel rione di Zamet. L’atto vandalico è stato eseguito durante la notte ed è stata un’infermiera a scoprire il fattaccio. Il vetro è stato rotto con un sasso, mentre la scritta offensiva è stata fatta sulla parte laterale dello studio del famoso gastroenterologo fiumano (leggi le parole del sindaco Obersnel).

La scritta offensiva su uno dei muri della sede dello studio medico

La polizia ha concluso il sopralluogo e sembra aver raccolto abbastanza prove per risalire ai vandali, data anche la presenza del sistema di videorosveglianza. In questo momento è difficile risalire ai motivi che hanno portato questi pseudotifosi a scagliarsi contro Ivaniš, che li ha definiti “fascisti codardi”. Ricorderemo che il vicesindaco è stato nominato la scorsa settimana nel Consiglio di gestione del Rijeka calcio come rappresentante della Città.
Va ricordato anche che l’Armada, assieme alle associazioni dei reduci di guerra, hanno protestato domenica scorsa contro l’installazione della stella rossa sul Grattacielo di Fiume. In quell’occasione si è trattato di una manifestazione pacifica, anche se condita da insulti e minacce nei confronti dei vertici cittadini e dell’autore dell’opera, Nemanja Cvijanović.

Il Policlinico nel rione di Zamet

 

 

Facebook Commenti