Fondi europei. La Regione istriana un esempio modello

0
Fondi europei. La Regione istriana un esempio modello
L'Arena di Pola. Photo: Srecko Niketic/PIXSELL

Su iniziativa del Ministero dello Sviluppo regionale e dei Fondi europei e della Regione istriana,  sono stati presentati oggi a Pola il nuovo Programma Interreg Italia-Croazia 2021-2027 e gli elementi principali del primo bando. L’incontro (ospitato negli spazi del Cinema Valli) con i potenziali interessati al concorso è stato aperto dal presidente della Regione istriana, Boris Miletić. Lo zupano ha subito tenuto a ricordare che negli ultimi 20 anni sia l’amministrazione regionale che numerose altre unità di autogoverno locale dell’Istria hanno portato a termine con successi diversi progetti di cooperazione transfrontaliere. Il presidente si è quindi detto soddisfatto nell’apprendere che i proprio i progetti finora candidati dalle amministrazioni, dagli enti e dalle organizzazioni dell’Istria siano stati sempre stati considerati i migliori dai responsabili dei vari programmi europei e dalla stessa UE. Miletić ha quindi proseguito il discorso dicendo che il nuovo Programma Interreg Italia-Croazia 2021-2027 approvato lo scorso 10 agosto dalla Commissione Europea apre nuove ed enormi opportunità per l’Istria, soprattutto ora che la Croazia ha raggiunto tutti i suoi obiettivi strategici come l’ingresso nella Nato e nell’Unione europea prima e l’ingresso nello spazio Schengen e l’adozione dell’euro come moneta nazionale poi. “Possiamo finalmente dire che la Croazia è perfettamente e totalmente integrata nella grande famiglia europea. Questo è il nostro posto”, ha commentato Boris Miletić prima di cedere la parola ai rappresentanti del Ministero dello Sviluppo regionale e i Fondi europei e ai responsabili e ai coordinatori dei progetti europei della Regione istriana. Questi ultimi hanno ricordato ai presenti che il primo bando del Programma Interreg Italia-Croazia 2021-2027 è stato lanciato lo scorso 28 novembre e che le candidature dei progetti small-scale vanno presentati entro il 28 febbraio mentre quelle dei progetti standard entro il 20 marzo. Ai presenti all’incontro di oggi è stato poi spiegato che il Programma Interreg 2021-2027, con una dotazione finanziaria ridefinita – rispetto al periodo 2014-2020 – in 80 milioni di euro, opererà su un’area di programma inalterata rispetto alla precedente programmazione e che Italia-Croazia 2021-2027 si concentrerà su innovazione e sostenibilità nell’economia blu, capitalizzazione delle precedenti esperienze di cooperazione e creazione di nuove sinergie. Per maggiori informazioni sul Programma, il bando e la documentazione necessaria, i responsabili del Ministero e della Regione istriana invitano gli interessati a consultare il sito web dedicato: https://www.italy-croatia.eu/web/it-hr-interreg-2021-2027/1st-call-for-proposals.

Tutti i diritti riservati. La riproduzione, anche parziale, è possibile soltanto dietro autorizzazione dell’editore.

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.

No posts to display