Su 18.000 test rapidi 2.900 infezioni. Ma non sono nel bollettino

Oggi, sabato 15 gennaio, sono quasi 9mila i casi di Covid in Croazia, che sono stati confermati dai tamponi PCR. Ma se a questi venissero aggiunti anche i test rapidi sì sfiorerebbe quota 12.000 infezioni. Nelle ultime 24 ore infatti sono stati processati circa 18mila test antigenici, di cui 2900 hanno confermato la presenza del virus. Ricorderemo che i test rapidi ora vengono riconosciuti per il rilascio del green pass che però in questo caso è valido soltanto in Croazia e non negli altri Paesi Ue. “I test rapidi per ora non vengono usati nel bollettino ufficiale della task force per poter essere comparati con i dati che vengono resi noti degli altri Stati membri dell’Unione europea” ha spiegato Nemeth Blažić, epidemiologa dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzjz).

S'informano i gentili lettori che tenuto conto delle disposizioni dell'articolo 94 della Legge sui media elettronici approvata dal Sabor croato (G.U./N.N. 111/21) viene temporaneamente sospesa la possibilità di commentare gli articoli pubblicati sul portale e sui profili sociali La Voce.hr.