Croazia. Forte scossa di terremoto a Sebenico

Una forte scossa di terremoto è stata registrata questa mattina alle 5.59 con epicentro circa 13 chilometri da Sebenico, in Dalmazia. Il sisma è stato avvertito da Segna a Dubrovnik (Ragusa) e ha avuto un’intensità di 4,7 gradi Richter, corrispondente al VI grado della scala Mercalli. Lo ha reso noto l’Istituto sismologico di Zagabria. L’evento è stato localizzato pure dalla Sala Sismica INGV di Roma. Non si hanno notizie di danni a persone o cose. Gli esperti non escludono altre scosse telluriche. Quella avutasi questa mattina è stata percepita lungo la costa meridionale del Paese con tantissime persone che hanno tempestato di telefonate il Centro 112. “La gente si è spaventata. Alcuni cittadini pensavano si trattasse di un’esplosione. A Vrpolje nel cortile di una casa un masso di pietra si è staccato da una parete cadendo su un’automobile. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito”, hanno fatto sapere dal Centro 112 di Sebenico.

Šimun Abramović, l’autista al quale è stata danneggiata l’automobile, ha dichiarato alla stampa visibilmente spaventato, di non aver capito subito che si trattava di un terremoto: “Un masso enorme è precipitato davanti al veicolo distruggendo tutta la parte anteriore. In quel momento stava passando nella direzione opposta un’altra vettura. Se il masso avesse colpito anche quella probabilmente le conseguenze sarebbero state molto più gravi. Di primo acchito ha pensato che il masso di pietra si fosse staccato a causa della pioggia e dell’umidità. Appena in seguito, dopo una telefonata, ho compreso cosa fosse accaduto”.

Sempre a Vrpolje presso Sebenico il sommovimento tellurico ha provocato danni all’edificio della locale scuola elementare. Nei muri della palazzina hanno fatto la loro comparsa numerose crepe, per cui è stato richiesto l’intervento degli esperti di statica per verificare se la scuola possa essere ancora agibile. Il vicedirettore dell’elementare Stipe Komadina ha dichiarato che i danni sono ingenti e ben visibili: “Fenditure sono apparse nei muri esterni dell’edificio, nella sala insegnanti è stata danneggiata una parete, crepe ci sono in tutto il primo piano, mentre in alcune classi sui banchi sono caduti calcinacci. Per fortuna gli alunni non erano in quel momento a scuola”. Nel corso della mattinata, comunque, gli scolari si sono presentati regolarmente nelle aule. “Non abbiamo voluto diffondere il panico. Le lezioni si svolgono regolarmente. Già alcuni mesi fa avevamo effettuato esercitazioni di evacuazione dell’edificio, per cui tutti sanno bene come devono comportarsi in caso di pericolo. Si tratta comunque di un edificio fatiscente, costruito 83 anni fa, che necessita di interventi di ristrutturazione, a iniziare dal rinnovamento energetico”, ha concluso il vicedirettore.

I danni alla scuola di Vrpolje, vicino Sebenico

 

La scossa di terremoto ripresa dalle telecamere di sorveglianza a Brodarica, 8 km a sud di Sebenico:

Facebook Commenti