Croazia. Incidenza di nuovi casi: fanno peggio solo Svezia e Cipro

Operatori sanitari pronti ad eseguire il test per il Covid. Foto: Pixsell

Solo Cipro e Svezia fanno peggio dal punto di vista dell’incidenza di nuovi casi di Covid su 100mila abitanti. Lo ha reso noto Krunoslav Capak, direttore dell’Istituto nazionale per la salute pubblica (Hzmo). Nell’ultima settimana l’incidenza in Croazia è di 699,3 casi su 100.000 mila abitanti: la più bassa si registra in Istria, la più alta nella Regione litoraneo-montana (nonostante ciò da lunedì 2 maggio sono state annunciate ulteriori riaperture). Il tasso di mortalità, invece, è di 1743,8 su un milione di abitanti, che pone la Croazia al 19.esimo posto tra i Paesi Ue.
Oggi, intanto, sono stati 2.007 i nuovi casi di Covid, a fronte di 9.282 tamponi effettuati, per un tasso di positività del 21,6%. Le ospedalizzazioni sono 2.237 (-2 su ieri) di cui 253 (+8 rispetto a giovedì) persone degenti nell’unità di terapia intensiva. “Negli ultimi 14 giorni il tasso di positività è stato del 23,7%, mentre oggi il livello è più basso. Nonostante ciò rimangono in vigore le misure restrittive per quanto concerne gli assembramenti, il trasporto pubblico e l’attività dei negozi”, ha spiegato Davor Boùinović, capo della task force nazionale.
Oggi, inoltre, sono 41 i nuovi decessi, per un totale di 7.081 morti dall’inizio della pandemia. L’età media delle vittime del Covid è di 73 anni, mentre nelle ultime 24 ore un paziente di soli 26 anni ha perso la battaglia contro il virus Sars-Cov-2.

Facebook Commenti