Covid in Slovenia: si va verso un miglioramento

covid coronavirus tamponi

Soltanto 293 nuovi casi di contagio da coronavirus sono stati registrati in Slovenia nelle ultime 24 ore. Un numero, questo, dimezzato nei confronti di sabato. Stando agli epidemiologi l’epidemia va scemando. Domenica sono stati effettuati 1.769 test PCR con un tasso di positività del 19,2 per cento. Da un bel po’ di tempo tale percentuale non scendeva al di sotto del 20 per cento mentre quella relativa ai test antigenici rapidi ha toccato il 6,3 per cento. Lo ha fatto sapere l’Istituto nazionale per la salute pubblica (NIJZ).
Anche la situazione negli ospedali è stabile anche se rimane alto il numero dei decessi causati dal coronavirus. In un solo giorno 40 pazienti hanno perso la battaglia contro il Covid che finora ha spezzato le vite di 3.180 persone. Per quanto riguarda le ospedalizzazioni, attualmente sono 1.220 i malati Covid ricoverati nelle strutture ospedaliere di cui 191 si trovano in terapia intensiva. I casi attivi di coronavirus nel Paese sono complessivamente 23.473.
In Slovenia qualora il numero delle ospedalizzazioni dovesse essere inferiore a 1.200 e quello delle nuove infezioni giornaliere a 1.350, le restrizioni fin qui in vigore potrebbero essere allentate. Stando alle analisi effettuate dall’Istituto “Jožef Štefan”, ente all’avanguardia nel campo della ricerca scientifica in Slovenia, tra una settimana nelle Regioni con un quadro epidemiologico soddisfacente potrebbero riaprire i giardini d’infanzia e gli alunni delle prime tre classi delle elementari potrebbero ritornare a scuola. A metà febbraio, invece, a far rientro negli istituti scolastici sarebbero tutti gli altri allievi sia delle elementari che delle medie, situazione epidemiologica permettendo, ovviamente.
Ad oggi nel Paese a 42 mila persone è stata somministrata la prima dose del vaccino antiCovid (si tratta di poco più del 2 per cento della popolazione). Quando si potrà contare sugli effetti del vaccino? Quando in Slovenia più del 10 per cento degli abitanti sarà immunizzat0. Questo il parere espresso dagli esperti.

Facebook Commenti