Obanor e Iličić hanno scelto il Drosina

L’Istra 1961 continua ad allestire in largo anticipo la sua rosa per la prossima stagione

Miroslav Iličić (a destra) con la maglia dell’Orijent

A differenza degli anni scorsi, stavolta all’Istra 1961 si sono decisi ad allestire la rosa prima dell’inizio del ritiro precampionato previsto per la settimana prossima, molto probabilmente giovedì. Nulla a che vedere con gli anni precedenti, quando a inizio preparazione la maggior parte dei calciatori erano juniores.

 

Dopo avere annunciato l’attaccante nigeriano Theophil Solomon, lo stopper Bernard Matić e il centrocampista Frano Mlinar, altri due calciatori si sono accasati al Drosina. Si tratta di un altro stopper, il nigeriano Erhun Obanor, e dell’attaccante Miroslav Iličić.

Obanor, classe 1995 e nato a Benin City, in Nigeria, ha giocato nelle giovanili in diverse squadre del suo Paese e in Tunisia prima di approdare nella compagine tedesca del Greutehr Furth. La stagione 2018/2019 lo ha visto militare nel Rudeš (23 partite giocate, 4 ammonizioni e un’espulsione), dopo di che si è accasato al Kukesi e al Laci, compagini della massima divisione albanese nelle quali ha collezionato complessivamente 63 gettoni di presenza, 15 cartellini gialli e due rossi. È ancora alla ricerca del primo gol segnato.

Di reti ne ha segnate invece l’altro nuovo arrivato, Miroslav Iličić, classe 1998 e nativo di Fiume. Ha iniziato a giocare nel Grobničan e poi ha fatto le giovanili del Rijeka, prima di passare nell’Orijent nel 2017. In Seconda Lega, con la maglia dei rossi di Crimea, ha disputato 17 incontri segnando 5 reti, l’ultima delle quali proprio contro l’Istra 1961 lo scorso agosto, nella partita di ritorno degli spareggi salvezza. Subito dopo si è trasferito allo Slaven Belupo. Per lui con la compagine di Koprivnica 22 partite condite da 5 reti, di cui due in campionato e tre in Coppa Croazia.

Se la campagna arrivi, come si vede, è in piena evoluzione, nulla di nuovo ancora sul nome dell’allenatore. Danijel Jumić è sul piede di partenza, mentre si dà per certo l’arrivo di un tecnico spagnolo. Sul suo nome vige il top secret.

Facebook Commenti