The Voice. Quattro istriani passano le «blind»: c’è pure la connazionale Angelica Zacchigna

Angelica Zacchigna, ex Miss Croazia. Foto: Instagram/angelica_zacchigna

The Voice Croazia (in prime time al sabato sul primo canale HRT) conferma anche quest’anno popolarità e seguito di pubblico. Il format olandese trasmesso in tutto il mondo e ideato da John de Mol, creatore del Grande Fratello, si articola nella prima fase in cui i coach/mentori – in collaborazione con affermati vocal coach hanno il compito di affinare e migliorare la prestazione del cantante, e scegliere il pezzo da interpretare in base alle varie dinamiche previste nel regolamento del talent, (nel caso nostrano i coach/mentori sono Vanna, Davor Gobac, Massimo Savić e Ivan Dečak) – scelgono alla cieca, girati di schiena, senza aiuto, solo in base a voce ed esecuzione interpretativa, i ragazzi ritenuti più talentuosi.
Alla vigilia della puntata del 4 gennaio nelle quattro squadre restano a disposizione solo 8 posti. Finora i candidati istriani ad aver superato la prima, tutt’altro che facile audizione/selezione, sono quattro: Iva Islambegović (scelta dal rocker Davor Gobac), Ines Nožica (nel team di Ivan Dečak, frontmen del gruppo Vatra), Gianluca Draguzet e Angelica Zacchigna (entrambi nella squadra di Vanna).
La 25.enne Angelica connazionale di Daila (Cittanova) (dal 2015 Studia Jazz Singing presso il Conservatorio di Musica “G. Tartini” di Trieste), ex Miss Croazia, è già balzata agli onori della cronaca avendo rappresentato la Croazia al concorso di bellezza del 2016 a Washington. Alle “blind audition” Angelica ha eseguito ”What’s up?”, e il primo a far girar la poltrona da giudice, schiacciando il fungo rosso, è stato il cantante polese Massimo Savić. L’unico a non girarsi dei quattro è stato Davor Gobac. Anche Gianluca Draguzet non è un carneade, anzi. Il ragazzo di Kujići, nell’area di Barbana, all’edizione 2019 del Festival delle Melodie dell’Istria e del Quarnero (MIQ), la sua quinta partecipazione, ha conquistato il premio della giuria di esperti con la canzone “Lipča su njena oka dva” (Sono più belli i suoi occhi), autori due ‘giganti’ del calibro di Bruno Krajcar e Daniel Načinović. Il suo esordio al MIQ risale al 2013, con il pezzo “More” (Mare), terzo per la giuria, ma con un notevole successo tra il pubblico e sulle radio che trasmettono musica dal melos ciacavo…
Gianluca ha superato le “blind audition” eseguendo magistralmente la canzone “Dužna si” del cantante zagabrese Jacques Houdek. Poi Draguzet ha scelto di affidarsi alla guida di Vanna.

Facebook Commenti