Radin e Tremul salutano e ringraziano l’Ambasciatore Chiodi Cianfarani e il Console Palminteri

Furio Radin, Adriano Chiodi Cianfarani e Maurizio Tremul

Il deputato CNI e vicepresidente del Sabor, Furio Radin e il presidente dell’Unione Italiana, Maurizio Tremul, hanno portato il saluto ufficiale della Comunità Nazionale Italiana all’Ambasciatore d’Italia in Croazia, Adriano Chiodi Cinfarani, che in questi giorni sta concludendo la sua missione a Zagabria.
Radin e Tremul hanno ringraziato l’Ambasciatore per il grande lavoro che ha svolto, nei suoi quattro anni di mandato in Croazia, per rafforzare, approfondire e incrementare la collaborazione tra l’Italia e la Croazia, una collaborazione certamente già proficua ma che in questi anni, grazie anche di Chiodi Cianfarani e in stretta collaborazione con il Consolato Generale d’Italia in Fiume, indirizzato dal Console Generale Paolo Palminteri, si è ulteriormente rafforzata, a beneficio dei rispettivi Paesi e popolazioni. Per la Comunità Nazionale Italiana è di fondamentale importanza che i rapporti bilaterali italo-croati, ma anche quelli con la Slovenia, si consolidino e si rafforzino sempre più, per creare opportunità di sviluppo generale. In questo quadro la presenza, l’attività e il ruolo che la Comunità Italiana svolge favorisce questa collaborazione e la crescita dei Paesi del suo insediamento storico.
Adriano Chiodi Cianfarani, hanno rilevato Radin e Tremul, non ha solamente svolto un importante ufficio nel consolidamento e sviluppo di questi rapporti, ma ha anche seguito con attenzione e sensibilità le questioni della Comunità Nazionale Italiana in tutti i principali settori della sua attività, contribuendo a sostenerla e a promuoverla nella realizzazione delle sue progettualità e nel perseguimento dei suoi fini istituzionali.
Quale segno di riconoscenza per il suo apporto e il contributo dato durante la sua permanenza in Croazia, all’Ambasciatore è stata consegnata la targa ricordo della CNI e dell’Unione Italiana e un quadro della pittrice connazionale piranese, Fulvia Grbac.
Al lungo incontro, svoltosi in un clima amichevole ed estremamente cordiale, hanno partecipato anche il responsabile dell’Ufficio economico-commerciale, Daniele Borrelli e il Console Generale d’Italia a Fiume, Paolo Palminteri. A quest’ultimo, in procinto anch’egli di lasciare l’incarico, il vicepresidente del Sabor e il presidente dell’UI hanno voluto nuovamente ribadire la gratitudine e l’amicizia della Comunità Italiana per il grande lavoro che ha compiuto, in stretto contatto e coordinamento con l’Unione Italiana, le sue Comunità, scuole e istituzioni.
Infine, Radin e Tremul, hanno formulato all’Ambasciatore Chiodi Cinfarani e al Console Generale Palminteri i migliori auguri per i nuovi incarichi che andranno a ricoprire.

Facebook Commenti