Pola. Il Festival del film si farà

In programma dal 18 al 26 luglio, la 67.esima edizione della manifestazione si svolgerà anche quest’anno nell’Arena

Nonostante i dubbi e le titubanze – e non poteva essere diversamente a causa delle rigorose misura di sicurezza adottate dal Comando della Protezione civile per contenere l’allargamento della pandemia di Covid-19 – si svolgerà anche quest’anno nell’Arena il Festival del Film di Pola, giunto alla 67.esima edizione. A deciderlo è stato il Ministero della Cultura, che oltre al Festival cinematografico polese, in agenda dal 18 al 26 luglio, sosterrà pure le altre grandi manifestazioni culturali nazionali, tra cui i Giochi estivi di Ragusa (Dubrovačke ljetne igre). Intanto, dopo la notizia ufficiale ricevuta, non manca di certo l’entusiasmo in sede dell’Ente pubblico Pula Film Festival (PFF), considerate le numerose e positive reazioni sui social network. Lo stesso vale pure per i cittadini amanti del film e di questa tradizionale manifestazione cinematografica.
“Sin dal primo mattino – ha puntualizzato ieri la direttrice del PFF, Gordana Restović – riceviamo numerose telefonate da persone soddisfatte per il fatto che anche quest’anno si svolgerà quest’importante evento nell’Anfiteatro, anche se si presume che il numero di spettatori sarà limitato. Ciò ci obbliga quindi, visto l’enorme sostegno ricevuto, a fare il possibile affinché questa 67.esima edizione del Festival, seppure in forma un po’ ridotta, abbia la migliore qualità possibile. Stiamo, intanto, valutando di aprire il cinema Valli il 21 maggio, sempre attenendoci alle misure epidemiologiche imposte. Sino ad allora sarà stilato il cartellone per garantire la proiezione di film di qualità -, così la Restović.
Che il PFF non perda tempo dopo aver ricevuto il consenso sull’organizzazione del Festival, lo dimostra il fatto che ieri ha indetto il concorso per il Programma nazionale dei film che saranno proposti. Il bando rimarrà aperto sino al primo giugno per tutti i film in gara e quelli fuori concorrenza, e a iscriversi al concorso possono essere le pellicole filmate nel 2019 oppure nel corso di quest’anno. Considerata l’emergenza coronavirus e le particolari condizioni in vigore, per quest’edizione il concorso è stato bandito in via straordinaria appena a maggio. Va rilevato che le iscrizioni per il Programma nazionale sono aperte per tutti i lungometraggi croati e coproduzioni minori, della durata di almeno 70 minuti. Inoltre, per il programma Kratka Pula il termine d’iscrizione è stato prolungato al primo giugno per i film nazionali e i serial, sempre della durata minima di 70 minuti, nonché per i lunghi documentari. Il PFF infine invita tutti i produttori dei lungometraggi croati, che saranno terminati dopo il Festival del film, a presentarli nel programma Filmovi u nastanku (I film in creazione). Ulteriori informazioni relative alle iscrizioni si possono richiedere all’indirizzo di posta elettronica [email protected]

Facebook Commenti